Frascati, Bracci (Lega): Dissesto finanziario, si accertino le responsabilità. Noi gli unici senza passati da spiegare

Frascati, Bracci (Lega): Dissesto finanziario, si accertino le responsabilità. Noi gli unici senza passati da spiegare

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Anna Maria Bracci, coordinatrice della sezione di Frascati della Lega, sul dissesto finanziario del bilancio comunale.

luglio

La Corte dei Conti, su sollecitazione del Commissario prefettizio ha verificato il bilancio del Comune di Frascati ed il 28 luglio ha dichiarato, forse un pò a sorpresa, il dissesto finanziario, focalizzandosi sul periodo 2009-2019.

Occorreranno circa 2 settimane perchè escano le motivazioni della sentenza, ove verranno evidenziate le criticità che hanno determinato il dissesto e quindi anche capire chi con precisione se ne dovrà assumere le responsabilità, penali, civili e politiche.

Noi della Lega siamo garantisti e quindi non vogliamo partecipare ai processi sommari che stanno cominciando in città su chi dovrà rispondere direttamente o meno del proprio operato. Preferiamo aspettare le motivazioni e semmai commentarle dopo attenta analisi.

Ci sia consentito però fin d’ora di fare un paio di considerazioni.

La prima e più importante, è che la Lega per Salvini Premier di Frascati non sarà certamente tra coloro che si dovranno accollare le responsabilità, anche solo politiche, per tale dissesto. Rivendichiamo di non avere mai partecipato alla gestione di questa città, né come maggioranza, né come opposizione. Ci fanno quindi un pò sorridere certe dichiarazioni di chi invece, avendolo fatto in questi ultimi dieci anni, come partiti o come liste civiche, tiri adesso una linea col passato come se bastasse per andare avanti senza dare spiegazioni.

La seconda, è che dal 28 luglio questa campagna elettorale inevitabilmente prenderà una piega diversa da quella inizialmente preventivata. Ci auguriamo dunque che valutino bene la loro partecipazione a queste elezioni tutti coloro che hanno il sospetto che verranno chiamati a rispondere del loro operato, onde evitare poi spiacevoli situazioni in campagna elettorale, o peggio ancora, dopo le elezioni. Di certo, noi tuteleremo la nostra freschezza politica per rispetto degli elettori che votano.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati