Distretto Rm 6.1, attivo a pieno regime il servizio di assistenza agli alunni disabili

Distretto Rm 6.1, attivo a pieno regime il servizio di assistenza agli alunni disabili

Si è finalmente concluso il confronto tra le parti a totale vantaggio degli utenti sull’assistenza scolastica agli alunni disabili nel Distretto socio-sanitario Rm 6.1.

Il confronto ha fatto registrare la totale disponibilità da parte delle Amministrazioni Comunali del Distretto Rm 6.1, si è discusso sulle criticità avanzate da parte delle sigle sindacali intervenute alle riunioni del comitato istituzionale allargato, l’ultima delle quali, quella decisiva, si è svolta lo scorso 18 novembre, addivenendo alla buona soluzione.

I comuni dopo oltre sei mesi di attesa, hanno ricevuto a metà ottobre, da parte dell’Ente Gestore R.T. Agorà una proposta ritenuta assolutamente carente sia sul piano delle azioni operative da prevedere nelle diverse situazioni che si verificano nelle varie scuole, sia perché risultava assolutamente generica e non calata nelle specifiche realtà dei nove istituti del territorio.

Oggi, dopo l’incontro del 18 novembre, i comuni del Distretto Rm 6.1 hanno ottenuto l’attivazione a pieno regime dell’assistenza scolastica per gli alunni disabili

Ciò che viene chiaramente alla luce nel confronto attivato e nella sintesi raggiunta” – dichiarano il Sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti e l’Assessora alle Politiche sociali, Tiziana Salmaso – “è la volontà di tutte le parti in campo, tanto gli amministratori, le OO.SS rappresentative dei lavoratori e l’Ente gestore, di mettere al primo posto le necessità degli utenti i quali debbono poter continuare a usufruire di un servizio socio-assistenziale di qualità, anche e soprattutto durante questa drammatica fase di emergenza sanitaria e sociale, fondato su una professionalità che non potrà e non dovrà mai prescindere dal lato umano, perno stesso su cui l’intero settore socio-assistenziale e a ruota di seguito i comparti territoriali, i distretti, i singoli comuni e gli operatori di settore, fondano la loro ragione stessa d’esistere”.  

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati