ACEA, un’ordinanza sindacale vieta l’utilizzo dell’acqua “diverso da quello potabile”

ACEA, un’ordinanza sindacale vieta l’utilizzo dell’acqua “diverso da quello potabile”


Roma – È stata firmata l’Ordinanza Sindacale (O.S.) n. 144 del 16 agosto 2021 concernente “il divieto di utilizzo, nel territorio di Roma Capitale, dell’acqua potabile della Rete ACEA ATO 2 per scopi diversi da quello potabile”, valido fino alla fine del prossimo mese di settembre.

La rete ATO 2 copre tutto il territorio della Provincia di Roma, compreso quindi l’intero territorio dei Castelli Romani. Il provvedimento è stato preso per evitare situazioni di scarsità di acqua potabile, dovute alle alte temperature e alla siccità.

È quindi vietato l’utilizzo dell’acqua potabile per

  • irrigare orti e giardine;
  • lavare le automobili;
  • riempire le piscine da esterno;
  • qualsiasi uso diverso da quello personale.

Verranno effettuati controlli a campione da ACEA ATO 2 S.p.A, insiema alla Polizia Locale e alle Forze dell’Ordine. Previste sanzioni da 25 a 500 euro per chi viola il provedimento.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati