Sanità, continuano i guai per Ares 118

Sanità, continuano i guai per Ares 118

L’azienda Ares 118, come si evince dalle ultime delibere, continua a creare un danno erariale nei confronti dei contribuenti e della regione Lazio.

Proseguono i ricorsi effettuati dagli autisti del concorso indetto 2 anni fa per 138 conducenti del 118. Nonostante l’uoc dell’ares dimostri inefficenza e scarsità di controlli, il metodo di reclutamento continua a essere fuoriluogo e increscioso. Un concorso scritto “con i piedi” cita la Confail, sigla sindacale autonoma.

Si spera che la Guardia di Finanza, con gli enti competenti, accellerino il percorso reclutativo e che vengano avviati subito degli avvisi per titoli e colloqui inerenti alle categorie. Le problematiche sul territorio laziale inerenti all’emergenza continuano ad aumentare, gli equipaggi Ares 118 si lamentano dell’innefficenza di alcuni elementi nuovi entrati, questo perchè i criteri selettivi non sono stati stipulati nei giusti termini.

Lo dichiara la Confail tramite l’insieme dei suoi segretari locali, regionali e nazionali.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati