Monte Porzio, Pulcini: “Solidarietà ai lavoratori colpiti dalle restrizioni”

Monte Porzio, Pulcini: “Solidarietà ai lavoratori colpiti dalle restrizioni”

Il Sindaco di Monte Porzio, Massimo Pulcini, riferisce quanto segue.

L’ultimo report della Asl ci indica che i soggetti positivi al Covid-19 a Monte Porzio Catone salgono complessivamente a 37. Viene inserita in blocco una famiglia di 5 unità che non risultava nel report perché domiciliata ma residente in un altro comune“.

I casi in quarantena risultano 26 (ricordo a tutti che osservare la quarantena non significa essere positivi, significa rientrare tra i soggetti da monitorare che non possono allontanarsi dal proprio domicilio)“.

Aumentano i tamponi e sono in aumento alcuni focolai familiari. Stiamo monitorando le case di cura sul nostro territorio comunale. Siamo in contatto con tutti“.

A tal proposito, sento la necessità di esprimere solidarietà ai nostri concittadini positivi al Coronavirus e a tutti gli operatori sanitari che stanno tornando a intensificare il loro lavoro come speravamo non accadesse. Il trend dei contagi è in crescita e la nostra cittadina non fa eccezione. Collaborare facendo il proprio dovere con scrupolo relativamente agli accorgimenti da osservare è l’unica strada da percorrere“.

In questi giorni difficili vorrei esprimere grande vicinanza anche al mondo del lavoro, in particolare a quello colpito, nel nostro Comune, da restrizioni dovute a una pandemia che mostra in pieno autunno numeri da non sottovalutare“.

Bar e ristoranti che riducono l’orario lavorativo (ore 18.00), piscine e palestre che chiudono (a quelle private si aggiungono quelle comunali: la palestra del plesso scolastico di Via Costagrande e il centro sportivo di Via E. Majorana)“.

Solidarietà e vicinanza a chi conduce attività sportive con grande passione dentro e fuori la nostra cittadina, e a chi in queste ore sta perdendo il lavoro o lo ha perduto in questo anno difficile“.

Proprio ieri ho ricevuto un padre di famiglia che mi ha ringraziato per averlo ascoltato: non ho fatto nulla, ho semplicemente ascoltato impotente e dispiaciuto. Faccio mie le parole di questo signore, salutando mi ha detto : ‘Sindaco, non può durare all’infinito…’. Era provato, ma non era rassegnato“.

Condividi

Valentina INFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati