Genzano – Il sindaco Zoccolotti sui fatti relativi al Cimitero comunale

Genzano – Il sindaco Zoccolotti sui fatti relativi al Cimitero comunale

GENZANO – In seguito agli inquietanti ritrovamenti intorno al lago di bare e resti umani, il sindaco Carlo Zoccoletti si esprime così nel suo comunicato:

Fabio Martella


L’Amministrazione è rimasta incredula e profondamente colpita ed addolorata, al pari dell’intera cittadinanza, nell’apprendere la notizia del ritrovamento delle bare e resti umani sulle coste del lago.

Il Sindaco e l’intera Giunta si sono messi a disposizione della magistratura per fare luce sulla vicenda, affinché emerga la verità sui detti ritrovamenti e sia fatta chiarezza su quanto verificatosi.

Con fiducia attendiamo che la giustizia faccia il suo corso e siano individuati i responsabili del gesto tanto riprovevole: chiediamo che venga fatta luce sulla provenienza dei ritrovamenti ed ogni altro aspetto ad oggi ancora oscuro.

In riferimento a vicende connesse a concessioni di loculi cimiteriali, il Comune si è attivato già da tempo presso la magistratura ed ha denunciato fatti dei quali è giunto a conoscenza nel riordino dell’assetto dei servizi cimiteriali,  ravvisando negli stessi ipotesi di reato da sottoporre al vaglio del giudice.

Ci tengo a precisare, non solo a mio nome, ma anche a quello dell’intera Amministrazione e di quanti con dedizione si sono messi a servizio della collettività e della “cosa comune”, che i fatti denunciati si sono verificati anni or sono. Sono stati denunciati i fatti, con la costituzione, nell’interesse del Comune e della collettività, dell’Ente quale parte civile nei conseguenti giudizi.

Siamo in attesa che la giustizia faccia il suo corso e che venga riconosciuto al Comune di Genzano ed ai cittadini tutti il legittimo diritto quali parti lese di un capitolo della nostra storia che ci auguriamo non si ripeta mai più.

Condividi

Chiara Bocci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati