Frascati, nuove infrastrutture e nuovi disagi. Quali compensazioni?

Frascati, nuove infrastrutture e nuovi disagi. Quali compensazioni?

Frascati sarà interessata, nei prossimi mesi, da due importanti potenziamenti delle infrastrutture di rete che metteranno nuovamente in crisi la mobilità urbana e quella territoriale.

IL PRIMO INTERVENTO INFRASTRUTTURALE, realizzato da ENEL, interesserà il centro urbano lungo l’asse che da Viale Sciadonna risale da Via Ludovico Micara per passare da Via Cicerone nel territorio del Comune di Grottaferrata.
L’intervento, il cui inizio è previsto per il mese di marzo, durerà 40 giorni lavorativi e si interromperà per un periodo ancora da definire in corrispondenza delle festività pasquali, per ridurre l’impatto sulle attività urbane in un momento vitale per l’economia della città.
I lavori procederanno per piccoli tratti con riapertura notturna della viabilità.
Le opere prevedono il potenziamento della dorsale non più adeguata a sostenere gli attuali carichi di servizio. L’intervento faciliterà, inoltre, la collocazione di colonnine per la ricarica elettrica di proprietà comunale che saranno collocate in Viale Annibal Caro, in Corso Italia, in Via Mamiani (zona Stazione), in Via Gregoriana, al parcheggio di via Angelo Celli e nel piazzale del centro Direzionale di Cocciano.

L’intervento, portato avanti dall’Amministrazione-Mastrosanti, finanziato con i fondi regionali nell’ambito del Bando sulla Qualità dell’Aria che ha portato nelle casse comunali circa 400.000€.
Con questi fondi: sarà sostituito parte del parco macchine del Comune con auto a trazione ibrida ed elettrica; è stata avviata una piattaforma per il car-pooling per gli spostamenti casa-lavoro rivolta ai dipendenti comunali e alle grandi strutture di servizi presenti nel nostro territorio; si darà corso all’organizzazione di un servizio di PEDIBUS per le scuole (queste due iniziative hanno subito un’interruzione a causa della pandemia); si provvederà all’installazione di un semaforo intelligente nelle zone periferiche.

IL SECONDO INTERVENTO INFRASTRUTTURALE riguarda l’ENEA e sarà realizzato da TERNA, nell’ambito del DTT (Divertor Tokamak Test) ideato dallo stesso ente in collaborazione con CNR, INFN, Consorzio RFX e CREATE e alcune università italiane.
L’opera consiste nel realizzare una nuova connessione da 300 MW per alimentare una macchina sperimentale finalizzata alla produzione di energia rinnovabile sicura e inesauribile.
Il cavidotto interrato partirà da Gallicano per passare nei comuni di Zagarolo, Monte Compatri, Monte Porzio Catone per arrivare a Frascati in Via Enrico Fermi.
Nel territorio di Frascati il tracciato passerà per Via di Pietra Porzia, per la bretella di Via Santa Croce e Gratton sino a terminare in Via Enrico Fermi in corrispondenza dell’ENEA.
Sarà compito importante dell’Amministrazione coordinare questi interventi tenendo in considerazione gli sviluppi della ricostruzione del ponte ferroviario delle Cisternole e dell’imminente ricostruzione del ponte della Tuscolana, il cui appalto è finalmente andato in gara.

“Chiediamo alle strutture comunali, considerata l’entità delle opere” dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici di Frascati Gelindo Forlini “di farsi portavoce, nello spirito di quanto ha sempre fatto l’Amministrazione-Mastrosanti, per chiedere COMPENSAZIONI a favore dei cittadini per i disagi che subirà la città. Per l’intervento relativo al centro storico potrebbe essere la posa in opera di cavidotti supplementari. Per l’intervento in Via Enrico Fermi si potrebbe chiedere all’ENEA di risolvere in modo sostenibile, con un semaforo intelligente, i rallentamenti del traffico che si generano in corrispondenza degli ingressi su Via Enrico Fermi; estendere il recupero della piattaforma stradale di Via Enrico Fermi sino al tratto asfaltato da ACEA nell’ambito della realizzazione del nuovo acquedotto dell’VIII Sifone; migliorare l’arredo stradale nel tratto antistante i centri di ricerca”.

“La nostra Amministrazione ha avviato importanti intese con gli enti gestori delle infrastrutture di rete che si sono concretizzate con un miglioramento della qualità dei servizi, basta vedere quanto è stato fatto sull’acqua.
Con ENEL abbiamo avviato un’intesa che porterà all’interramento delle linee aeree nei quartieri periferici. Il primo interramento sarà realizzato in Via del Fontanile di Vermicino.
Con ITALGAS abbiamo lavorato per realizzare nuovi tratti nelle zone periferiche, considerato che gli interventi di ampliamento previsti per Frascati, confluiti nell’ A.T.M. ‘Roma e impianto di Roma’ di cui Roma è la struttura appaltante, non decollano.
Quanto realizzato è stato frutto del lavoro di chi ‘NON HA MOLLATO’ e del grande impegno dell’ufficio LL.PP. che ha supportato ogni iniziativa della nostra consiliatura.
Questa Amministrazione sui servizi ha tracciato una strada virtuosa che va mantenuta e incrementata”.

“Affinché questo possa avvenire è necessario incrementare la struttura tecnica che in questi anni non è stata adeguatamente sostenuta passando da 10 a 4 unità per problemi di bilancio e per la scarsa lungimiranza di chi ha gestito nei primi anni dell’Amministrazione-Mastrosanti la delega al personale, che ha ostinatamente pensato solo a incrementare un settore della pubblica amministrazione, determinante, certo, per la sicurezza urbana, ma non vitale come l’ufficio Lavori Pubblici per vedere attuate le opere che la città aspetta e si merita”.

“Come assessore non posso che ringraziare la struttura tecnica dei LL.PP., che in questi anni si è sobbarcata con amore e sofferenza un lavoro enorme per Frascati e che in questo momento sta gestendo con un personale ridotto oltre ogni limite 29 procedure d’appalto, molte in corso e altre che verranno attuate dei prossimi mesi”.

“Alla luce di quanto è stato fatto e di quanto è in corso di realizzazione appaiono incomprensibili e finalizzate solo a giustificare scelte personali le accuse d’immobilismo fatte dai consiglieri di maggioranza che mentre la giunta faceva l’ultimo atto costruttivo della consiliatura per portare un nuovo tecnico all’ufficio LL.PP., andavano dal notaio a sfiduciare il Sindaco.
Auguriamo un buon lavoro al Commissario Raffaela Moscarella e ai tecnici comunali che dovranno gestire l’attuazione delle opere pubbliche. La nostra lista sosterrà sempre Frascati”.

Condividi

Valentina INFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati