Biblioteche resistenti a Frascati grazie all’intesa tra Comune e Consorzio SCR. I servizio bibliotecari, anche se rimodulati, continueranno ad essere erogati

Biblioteche resistenti a Frascati grazie all’intesa tra Comune e Consorzio SCR. I servizio bibliotecari, anche se rimodulati, continueranno ad essere erogati

Frascati – Dal mese di luglio la Biblioteca comunale Carlo Del Vescovo di Frascati osserverà un nuovo orario – che sarà a breve definito e pubblicato online – e accorperà il servizio per i ragazzi fino ad oggi svolto nella struttura “Casa di Pia”. Quest’ultima sarà presto riutilizzata secondo gli indirizzi che saranno stabiliti dal Comune, per svolgere attività dedicate all’infanzia e all’adolescenza, come è da sempre nella missione della struttura.

Tutto ciò è causato dalla situazione di dissesto in cui si trova il Comune di Frascati, costretto a scegliere se uscire dal Sistema Castelli Romani e interrompere da subito i servizi, ma continuando a pagare la quota consortile per un altro anno, secondo quanto stabilito dallo Statuto, oppure in accordo con il Consorzio tentare una rimodulazione delle prestazioni che consentisse un risparmio superiore ai 60.000 euro annui.

grafiche aprile 2022

“Mi sono trovata in una di quelle situazioni nelle quali una Sindaca non dovrebbe né vorrebbe mai essere – ha dichiarato la Prima cittadina di Frascati Francesca Sbardella -. Grazie all’impegno del Consorzio, siamo riusciti a mantenere uno dei servizi culturali più importanti per la cittadinanza: quello bibliotecario, un servizio di alto livello che grazie al fatto di essere in un sistema di eccellenza, garantisce ai cittadini di usufruire di milioni di documenti sia analogici che digitali e di tutta la pubblicistica del CNR e dell’INFN.

Adesso ci impegneremo affinché anche Casa di Pia ospiti attività per ragazzi complementari a quelle bibliotecarie che rimangono una competenza esclusiva del Consorzio”.
“Facciamo di necessità virtù – afferma con ottimismo il Presidente del Consorzio Giuseppe De Righi -. Non appena sarà terminata questa situazione di dissesto, ripristineremo e miglioreremo anche l’offerta culturale. Nel frattempo, la Biblioteca Carlo Del Vescovo continuerà ad operare con impegno e dedizione verso tutta la cittadinanza, particolarmente la popolazione scolastica e le fasce più deboli, che non possiamo certo lasciare indietro.

studio legale giussani roma

La Biblioteca continuerà ad essere un punto di riferimento per la comunità frascatana e non solo e potrà farlo grazie al fatto di essere inserita in un sistema territoriale efficiente, un’eccellenza che ci è riconosciuta a livello nazionale, come dimostra il fatto che abbiamo costituito la Rete delle Reti (l’associazione che riunisce il meglio dei sistemi bibliotecari italiani) nella sede del Consorzio SCR”.

Condividi

AutoreL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati