Tribune olimpiche al Lago di Castel Gandolfo, primi passi per un progetto di riqualificazione urbanistica

Tribune olimpiche al Lago di Castel Gandolfo, primi passi per un progetto di riqualificazione urbanistica

Questa mattina si è tenuta, nell’area delle tribune olimpiche a bordo del Lago Albano di Castel Gandolfo, un’importante riunione per mettere in campo e concretizzare al più presto un progetto di riqualificazione urbanistica e recupero delle strutture che 60 anni fa furono il fulcro delle gare di canottaggio delle Olimpiadi di Roma che si svolsero sulle acque del Lago Albano.

All’incontro erano presenti tutti i protagonisti che insieme daranno avvio a questa progettazione di riqualificazione urbana: la Regione Lazio, con la consigliera del Partito Democratico Michela Di Biase; il Sindaco Milvia Monachesi; l’Assessore comunale all’Urbanistica Cristiano Bavaro; l’Assessore comunale al Demanio e patrimonio Alberto De Angelis; Roberto Tavani, delegato allo Sport della Presidenza della Regione Lazio; Luciano Buonfiglio, Presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak; Gennaro Cirillo, atleta olimpico e dirigente federale della Canoa e Kayak.

“Oggi è stata una mattinata importante” commenta l’Assessore Bavaro “in cui abbiamo segnato il primo concreto e decisivo passo per il rilancio di Castel Gandolfo e di una delle sue aree che sono entrate nella storia locale e dello sport nazionale e internazionale, grazie alla grande vetrina che nel 1960 portò qui a gareggiare atleti da tutto il mondo per le Olimpiadi di Roma”.

“Da oggi possiamo guardare in avanti, lavorando fianco a fianco con la Regione, il Coni la Fick e le realtà sportive del nostro territorio per progettare insieme il rilancio di questa area delle tribune e della torre di gara come volano per lo sport olimpico e paraolimpico e di tutto il settore culturale e turistico della nostra città e del nostro territorio castellano”.

Condividi

Valentina INFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati