Radio Studio 93, mercoledì 25 novembre collegamento con Tiziano Ferro… da Los Angeles!

Radio Studio 93, mercoledì 25 novembre collegamento con Tiziano Ferro… da Los Angeles!

Radio Studio 93, stazione radiofonica di Aprilia (LT) ma ricevuta in tantissime zone di Roma e dei Castelli Romani (sui 93.1 MHz, 100.2 MHz e 106.05 MHz), mercoledì 25 novembre alle 18 avrà in collegamento telefonico da Los Angeles Tiziano Ferro.

Il 40enne cantante di Latina parlerà del suo ultimo album, uscito il 6 novembre, “Accetto Miracoli: l’esperienza degli altri”, oltre che del recente documentario “Ferro”. Due progetti importanti e che saranno illustrati nel dettaglio ai suoi fans.

In “Accetto Miracoli: l’esperienza degli altri”, Tiziano Ferro ha reinterpretato 13 brani di altrettanti autori italiani che rappresentano “luci piccolissime in fondo al tunnel” nella sua vita.

Sono canzoni – spiega Tiziano Ferro a Radio Studio 93 – che mi hanno raccontato senza conoscermi, mi hanno fatto innamorare del mestiere di scrittore, uno che si consegna in quanto artista, voce, sangue, come hanno fatto questi giganti che ho reinterpretato in ACCETTO MIRACOLI: L’ESPERIENZA DEGLI ALTRI”.

Se faccio l’artista e il cantante, se scrivo canzoni, è perché ho avuto grandi ispiratori che quando mi guardavo intorno cercando la strada, me l’hanno insegnata. Cambiare la vita a un ragazzo con la mia provenienza significa cambiargli la percezione della realtà. In questo senso queste canzoni sono state miracolose, hanno ribaltato la mia visione del mondo, mi hanno fatto capire che cosa volevo dalla mia vita e che cosa volevo fare”.

Questi i pezzi contenuti nell’album:
“Rimmel” (Francesco De Gregori);
“E ti vengo a cercare”;
“Morirò d’amore” (Giuni Russo);
“Bella d’estate (Mango);
“Margherita” (Riccardo Cocciante);
“Almeno tu nell’universo” (Mia Martini);
“Cigarettes and coffee” (Scialpi);
“Perdere l’amore” (Massimo Ranieri)
“Piove” (Jovanotti) feat. Box of Beats;
“Portami a Ballare” (Luca Barbarossa);
“Nel Blu Dipinto Di Blu” (Domenico Modugno);
“Ancora, ancora, ancora” (Mina, scritta da Cristiano Malgioglio);
“Non escludo il ritorno” (Franco Califano e Federico Zampaglione).

“Ferro”, ambientato tra l’Italia e gli Stati Uniti, è invece un viaggio nella vita privata e professionale di Tiziano Ferro, che mostra tutti i punti alti e bassi della sua carriera e le sue sfide.

Mi piace l’idea – commenta, sempre a Radio Studio 93 – che l’esperienza di una persona, quella degli altri di una canzone o quella di vita che racconto nel film, sia una verità intoccabile, incriticabile, perché quando racconti una storia può creare controversie o esser abbracciata, può piacere o meno, ma nessuno può cambiarla: esiste, è lì ed è tua, forte della verità”.

Condividi

Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *