Genzano, presentati i lavori terminati dell’Anfiteatro comunale all’Olmata. Dedicato allo scrittore tedesco Michael Ende

Genzano, presentati i lavori terminati dell’Anfiteatro comunale all’Olmata. Dedicato allo scrittore tedesco Michael Ende

Genzano(Rm) – Mattinata di grande emozione e con molta partecipazione di pubblico all’Olmata per l’inaugurazione e la presentazione del restaurato Anfiteatro Comunale dedicato allo scrittore tedesco Michael Ende, che viveva a Genzano, nella sua storica ” Villa Liocorno ” di via Montegiovetti, alle spalle di via Montegiove Nuovo e del bellissimo Monte due Torri. Proprio in questi luoghi tra gli anni 75- 80 e 90, lo scrittore famoso in tutto il mondo. Prese spunto per creare il personaggio della sua fantastica tartaruga volante del film di fantasia “La Storia Infinita”, il cui dorso è proprio la conformazione del Monte due Torri di Genzano, nei pressi del quale visse Ende per molti decenni, non lontano dalla villa di Anita Ekberg altra icona del cinema e star mondiale che ha vissuto a Genzano. 

studio legale giussani roma

Il film, sul racconto di Hendel “La Storia Infinita” è stato il più visto nella storia delle pellicole di fantasia animata mondiale. Anche molti personaggi che lo scrittore tedesco cita nei suoi racconti di fantasia, sono suoi amici o collaboratori  genzanesi, da cui sono tratti molti nomi e soprannomi nei suoi libri, racconti e storie fantastiche. Sono intervenuti molte autorità locali e regionali, all’inaugurazione della struttura completamente restaurata, con dei bellissimi disegni -murales, citazioni, rappresentazioni, dotata ora anche di efficienti spogliatoi. “E soprattutto restituita come location alla pubblica utilità, per iniziative sociali, culturali, di spettacolo, o per visite e passeggiate in un’area verde tra le più belle dei Castelli Romani“. A moderare l’incontro l’attrice Manuela Mandracchia, che insieme al fratello Marco Mandracchia, gestisce anche il teatro di paglia sul costone del lago di Nemi, sono inoltre intervenuti il vice presidente della Regione Lazio Daniele Leodori, il vice sindaco della Città Metropolitana Pierluigi Sanna e gradito e simpatico ospite (di origine italiana, ha la mamma di Forlì e parla benissimo l’Italiano)  l’ambasciatore tedesco in Italia Viktor Elbling. La polizia di stato, la polizia locale e i carabinieri presenti con i dirigenti, ufficiali, agenti, militari e comandanti hanno assicurato che ogni cosa si svolgesse in piena sicurezza presidiando la zona per l’ordine pubblico. Presente anche una delegazione della polizia locale di Città Metropolitana con il Gonfalone dell’Ente. Per l’occasione anche gli agenti della Municipale di Genzano, sono stati in grande spolvero, diretti dalla comandante Manola D’amato, hanno indossato la divisa di alta uniforme da cerimonia. Veramente tanta la partecipazione dei cittadini arrivati da Genzano ma anche da molti  comuni vicini.

grafiche aprile 2022

A fare gli onori di di casa il sindaco di Genzano Carlo Zoccolotti che ha ringraziato tutti coloro che hanno preso parte alla realizzazione dell’opera, dalla sua giunta, i consiglieri comunali di maggioranza, il suo staff, la ditta che ha eseguito i lavori edili, di pulizia e restauro, i ragazzi  designer e artisti ; Valerio Genovese e Matteo Bignardelli (in arte Typemaster) che hanno eseguito i disegni, gli allestimenti le scritte e i murales. L’ambasciatore tedesco Elbling, il vice sindaco di Città Metropolitana Sanna e il vice presidente della Regione Lazio, Leodori, nei loro interventi hanno ringraziato l’amministrazione comunale di Genzano, per l’ottimo lavoro portato a termine in alcuni mesi di incessante lavoro e si sono detti molto soddisfatti della bellezza del luogo riportato alla luce con una veste fantastica e di grande pregio culturale, che fa di Genzano una delle cittadine della cultura più ambite del Lazio, d’Italia e anche a livello internazionale, come ha sottolineato l’ambasciatore tedesco Viktor Elbling; “Faremo una grande e bella propaganda al vostro Anfiteatro Comunale, come ambasciata tedesca a Roma e in Italia. E grazie che lo avete dedicato al nostro grande scrittore Michael Ende, un lavoro di squadra e di fraternità tra popoli, fatto di stima e rispetto molto bello e proficuo“. Alcune letture dai libri di Hendel hanno concluso la mattinata, con una ricco buffet di prodotti tipici presso Palazzo Sforza Cesarini.  

Condividi

Autore M

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati