Evento finale Insieme in cammino: progetto che ha promosso il territorio dei Castelli

Evento finale Insieme in cammino: progetto che ha promosso il territorio dei Castelli

Nella sede della XI Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, Martedì 11 Gennaio il Gruppo dei Dodici ha realizzato l’ultimo incontro del progetto “Insieme in Cammino: da Albalonga a Praeneste”, svolto in modalità online, che ha coinvolto il pubblico social in un cammino attraverso i traguardi raggiunti e per progettare obiettivi per il futuro.

La camminata era partita dal borgo di Palestrina fino ad Albano Laziale, lungo gli antichi sentieri percorsi per millenni da pellegrini e viaggiatori. Un cammino per riscoprire e promuovere il territorio, le sue imprese e la sua storia, in un progetto che unisce il turismo e il piacere del Camminare, alla filosofia dell’Economia Civile.

All’incontro, moderato dal Presidente dell’Associazione Gruppo dei Dodici Giancarlo Forte, hanno partecipato i rappresentanti delle Amministrazioni locali di alcuni dei comuni coinvolti nell’iniziativa, il Sindaco di Rocca Priora Anna Gentili, il Commissario della Comunità Montana dei Castelli Romani e Monti Prenestini Serena Gara, l’Assessore
Sandro Faraglia di Palestrina, l’Assessore alle Politiche Giovanili, Sport e Turismo di Rocca di Papa Francesco De Santis e il giornalista Luigi Jovino autore del libro “Il Cibo del Pellegrino”.

Per l’Associazione de il Gruppo dei Dodici sono intervenuti il Segretario Ivano Olivetti e il Vicepresidente Gerardo Venezia, Lorenzo Mari dei CronoNauti e infine per Discoverplaces.travel Benedicta Mary Lee, responsabile della comunicazione. L’incontro è iniziato con un saluto da parte delle Amministrazioni che hanno raccontato l’iniziativa, divisa in tre appuntamenti che hanno visto la partecipazione di appassionati da tutta la Regione Lazio e dalla Capitale, la provincia di Latina fino a quella di Viterbo, dalla Regione Campania che hanno conosciuto il progetto grazie al potere dei “Social”, dove ha ottenuto grandi risultati di pubblico nel corso di tutta la sua durata.

Sono state raggiunte più di 15.000 persone, per un totale di 85 presenze “reali” che hanno partecipato nelle 3 uscite, tutti risultati raggiunti in maniera “organica” grazie alla comunicazione curata da Discoverplaces.
È stato prodotto anche un video dell’iniziativa, e del materiale informativo dei singoli tracciati e del territorio, che potranno essere distribuiti in futuro dalla Comunità Montana dei Castelli Romani e Monti Prenestini e dai comuni
interessati dall’iniziativa.

Durante l’incontro si è parlato del territorio dei Castelli Romani come protagonista del cambiamento, e come risorsa infinita di esperienze. Un territorio che non ha niente da invidiare ai grandi centri o alle attrattive della vicina Capitale ma che ha bisogno di una rete solida di iniziative e del supporto da tutti i comuni per essere rilanciato con il meritato
successo.

Il primo ad intervenire è stato Ivano Olivetti, Segretario del Gruppo dei Dodici, che ha illustrato la filosofia del progetto, e il motivo per cui l’Economia Civile è stata uno dei fili conduttori dell’iniziativa, e il modo in cui si è inserita questa materia all’interno del progetto, e come quest’ultimo è stato in grado di diffondere.

Un’area ricca di storia e natura quella in cui si è svolto il nostro progetto, come ha voluto sottolineare durante il suo
intervento Gerardo Venezia, Vicepresidente del Gruppo dei Dodici, che ci ha portato con le sue descrizioni alla scoperta della storia dei borghi attraversati dall’iniziativa. Da Albalonga, l’antica Albano Laziale, fino a Praeneste e l’attuale Palestrina, i due antichi borghi che sono il simbolo dell’inizio e della fine di un grande cammino che unisce storia, arte ed enogastronomia.

Si parte da Palestrina, con il suo Tempio della Dea Fortuna Primigenia che con la sua vista ti abbraccia con un panorama che si estende su tutta la Valle dell’Aniene, fino al borgo di Rocca Priora, uno dei paesi più alti dei Castelli Romani con il suo Castello Savelli, Rocca di Papa con la Fortezza Papale e i murales del suo Centro storico. Il Centro Equestre Federale dei Pratoni del Vivaro con il grande monumento naturale del Cerquone. Fino ad arrivare all’antica Albalonga, Albano Laziale, entrando nella città con la splendida vista del Lago Albano, l’Anfiteatro Romano e un’entrata trionfale davanti alla Porta Pretoria.

Un progetto multidisciplinare a tutti i livelli, si è parlato prima della creazione di materiale cartaceo e multimediale in relazione al progetto, che illustri il territorio da un aspetto culturale e turistico, e il Cammino a livello tecnico. Un traguardo che non sarebbe stato possibile senza l’aiuto di Lorenzo Mari, Guida AIGAE dei CronoNauti, che ha accompagnato i partecipanti alle 3 uscite, e successivamente segnato il percorso con lo scopo di renderlo fruibile a tutti i Camminatori e turisti interessati a vivere la medesima esperienza.

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati