Albano, richiesta di imposizione analisi pozzi discarica ad Arpa per iter biogas da parte dell’Associazione Salute e Ambiente

Albano, richiesta di imposizione analisi pozzi discarica ad Arpa per iter biogas da parte dell’Associazione Salute e Ambiente

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Associazione Salute e Ambiente Albano

Albano – L’Associazione Salute Ambiente Albano chiede a Valeriani, Lombardi e Cacciatore di imporre ad Arpa analisi extra sugli 11 pozzi spia della discarica di Albano prima di dare il via libera al maxi-biogas!

La stessa richiesta è stata inoltrata anche dal Comitato UST, Uniti per la salvaguardia del territorio.Abbiamo chiesto un appuntamento urgente agli assessori Lombardi e Valeriani e al Presidente della Commissione Rifiuti Lazio Cacciatore: basta chiacchiere, servono fatti concreti!

Dal 30 novembre scorso sono AUMENTATI NOTEVOLMENTE i poteri attribuiti all’Arpa Lazio. L’Arpa ora potrà svolgere ANCHE attività istruttoria tecnico-amministrativa PRELIMINARE, quindi prima dell’approvazione dei nuovi impianti a rifiuti, per controllare che il sito prescelto non sia già inquinato/compromesso, e quindi non più ‘solo’ analisi che servano a capire se gli impianti esistenti inquinino le falde acquifere. Queste novità sono state introdotte da Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica della Giunta Zingaretti in quota M5S. 

Tale istruttoria preliminare potrà essere espletata da Arpa Lazio, ma SOLO su richiesta del responsabile dell’Ufficio Rifiuti Lazio, al momento sulla poltrona ci sono ancora Vito Consoli e Sara Palombi, che sono a loro volta i diretti ‘dipendenti’ dei due assessorati di competenza: quello ai Rifiuti, guidato da Massimiliano Valeriani, e quello alla Transizione Ecologica, diretto da Roberta Lombardi. 

Per questo abbiamo chiesto a Roberta Lombardi e Massimiliano Valeriani (assessori della Giunta Zingaretti), a Vito Consoli e Sara Palombi (Ufficio Rifiuti Lazio) ed a Marco Cacciatore (Presidente della Commissione Rifiuti Lazio) analisi preliminari extra da parte di Arpa sugli 11 pozzi spia della discarica di Albano, alla luce del grave stato di inquinamento rinvenuto a settembre scorso, a supporto preliminare dell’istruttoria sul maxi-biogas da 80mila tonnellate del Gruppo Cerroni in corso di svolgimento dallo scorso 27 luglio.

Viceversa Marco Lupo e Sergio Ceradini di Arpa Lazio si stanno ampiamente lavando le mani del progetto di maxi-biogas tanto caro al Gruppo Cerroni, visto che nel parere del 7 settembre l’Arpa ha scritto che “non si ravvisano specifiche competenze al riguardo da parte dell’Agenzia” e che l’Arpa interverrà solo per il successivo “monitoraggio e controllo dell’impianto”, ma che non “interverrà ai lavori della Conferenza dei servizi”. 

Abbiamo chiesto nei giorni scorsi una audizione urgente alla Commissione Rifiuti Lazio sul caso del maxi-biogas, ma il presidente Cacciatore ci ha risposto che non è possibile riunirsi prima di gennaio. Ma non c’è tempo da perdere, basta chiacchiere a vanvera, servono SUBITO FATTI CONCRETI!

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati