Pomezia, riconfermata la collaborazione tra il Comune e Humana People to People per la raccolta di abiti usati

Pomezia, riconfermata la collaborazione tra il Comune e Humana People to People per la raccolta di abiti usati

Il Comune di Pomezia ha confermato l’affidamento del servizio di raccolta e avvio a recupero degli abiti all’organizzazione di cooperazione internazionale Humana People to People Italia, contribuendo così a importanti progetti sociali e alla tutela dell’ambiente. A renderlo noto è il Comune stesso, attraverso una nota stampa.

giugno

La collaborazione è attiva dal 2017 e, negli ultimi quattro anni, i cittadini hanno donato nei contenitori con il logo Humana oltre 1.143.930 kg di abiti e accessori usati. Un gesto di solidarietà che si è tradotto in un contributo concreto: nel 2019, infatti, Humana Italia, anche grazie alle loro donazioni, ha destinato oltre 727 mila euro a progetti nel Sud del Mondo e ha realizzato importanti attività sociali in Italia.

A ciò si aggiungono considerevoli benefici ambientali: grazie ai 1.143.930 kg di indumenti usati raccolti, è stato possibile evitare l’emissione di 4,1 milioni di chili di anidride carbonica e lo spreco di 6,8 miliardi di litri di acqua; infine, è stato possibile ridurre l’utilizzo di 343.179 chili di pesticidi e 686.358 chili di fertilizzanti. 

Il servizio di Humana Italia è gratuito: inoltre, il fatto che gli abiti siano conferiti nei contenitori dell’organizzazione umanitaria consente all’Amministrazione Comunale, e quindi ai cittadini, di ridurre i costi di smaltimento dei rifiuti, con un conseguente risparmio economico di 205.907 mila euro (calcolato sui quattro anni).  

Humana Italia e il Sindaco di Pomezia, Adriano Zuccalà, ringraziano i cittadini di Pomezia per la generosità dimostrata sin qui e rinnovano l’invito a donare i propri indumenti usati nei contenitori Humana, continuando così a sostenere i progetti socio-ambientali che l’organizzazione gestisce nel Sud del mondo e in Italia. Scaricando la app Municipium oppure andando sul sito http://raccoltavestiti.humanaitalia.org/trova-il-contenitore/ si potrà facilmente individuare il contenitore Humana sul proprio territorio. Una volta trovato il contenitore più vicino, in un sacchetto ben chiuso, sarà possibile donare capi d’abbigliamento, accessori come cappelli, borse, cinture; scarpe appaiate, zaini e biancheria per la casa. 

I capi entreranno così a far parte della filiera sicura e trasparente di Humana Italia. Questa, infatti, non solo possiede le certificazioni 9001 e ISO 14001 (rispettivamente per la qualità e per l’impatto ambientale), ma ha anche ottenuto l’Attestazione in merito alla Carta di Impegni ESET rilasciata dall’ente di certificazione internazionale Bureau Veritas.

L’obiettivo di ESET (acronimo di Etica, Solidale, Trasparente e Sostenibile) è di attuare impegni concreti per sottoporre la propria filiera e i propri progetti alla valutazione di donatori, stazioni appaltanti e altri stakeholder. 

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati