Giornata per Diritti dell’Infanzia, Zoccolotti (Genzano): “Il futuro è un bambino, prendiamoci cura del domani”

Giornata per Diritti dell’Infanzia, Zoccolotti (Genzano): “Il futuro è un bambino, prendiamoci cura del domani”

Dopo il Sindaco Borelli di Albano, anche il Comune di Genzano, tramite una nota, questa mattina ha ricordato l’importanza della “Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia“.

Sono passati oltre 30 anni dall’adozione di quella convenzione che per la prima volta ha riconosciuto i bambini come aventi diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici: la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Adottata nel 1989, l’Italia l’ha ratificata il 27 maggio 1991.

Insieme all’adozione della convenzione si celebra la Giornata mondiale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza poiché è grazie all’adozione e ratifica di questo documento che in quasi tutti i Paesi del mondo i bambini non solo godono dei diritti fondamentali, ma sono protetti e tutelati.

Ecco un piccolo estratto dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza:

Articolo 291. Gli Stati parti convengono che l’educazione del fanciullo deve avere come finalità:

a) favorire lo sviluppo della personalità del fanciullo nonché lo sviluppo delle sue facoltà e delle sue attitudini mentali e fisiche, in tutta la loro potenzialità;

b) sviluppare nel fanciullo il rispetto dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali e dei principi consacrati nella Carta delle Nazioni Unite;

c) sviluppare nel fanciullo il rispetto dei suoi genitori, della sua identità, della sua lingua e dei suoi valori culturali, nonché il rispetto dei valori nazionali del paese nel quale vive, del paese di cui può essere originario e delle civiltà diverse dalla sua;

d) preparare il fanciullo ad assumere le responsabilità della vita in una società libera, in uno spirito di comprensione, di pace, di tolleranza, di uguaglianza tra i sessi e di amicizia tra tutti i popoli e gruppi etnici, nazionali e religiosi e delle persone di origine autoctona;

e) sviluppare nel fanciullo il rispetto dell’ambiente naturale.

I bambini sono il nostro futuro, prendiamoci cura del domani.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati