Genzano, Mancini: “Pulita scritta d’ingresso in Città, riaffiorano identità e storia del paese”

Genzano, Mancini: “Pulita scritta d’ingresso in Città, riaffiorano identità e storia del paese”

Togli via lo smog e riaffiorano l’identità e la Storia, quella gloriosa di una città e di un intero popolo” così il Presidente del Consiglio Comunale di Genzano Patrizia Mancini comunica l’operazione di pulizia dell’insegna di benvenuto al paese.

L’operazione, svolta simultaneamente alla pulizia del verde, ha riportato in vita la storia della città, i gemellaggi, i ricordi della guerra e la dichiarazione di “Zona Denuclearizzata”.

Genzano, infatti, fu dichiarata neutrale dal Consiglio Comunale, su iniziativa dei giovani pacifisti dell’epoca e col sostegno di Gino Cesaroni e dei movimenti e partiti democratici e progressisti.

Erano i primi anni ’80” scrive Patrizia Mancini “durante le grandi lotte pacifiste, nel nome di Peppino Impastato, contro l’installazione di 112 missili a testata nucleare a Comiso, in Sicilia, ed altri ancora in tutta Europa (1981-1983)”.

Alcuni pagarono con la vita questo impegno, come il segretario regionale siciliano del PCI, Pio La Torre, ed il suo autista, Rosario di Salvo, assassinati per mano della mafia“.

Volevo ringraziare, come semplice cittadina, nonché come giovane pacifista dell’epoca” continua la Mancini “il Sindaco Carlo Zoccolotti, la Giunta Comunale e l’assessore Luca Lommi, per questo piccolo, grande gesto, che ci restituisce dignità, identità e memoria collettiva“.

“Genzano, da sempre Città di Pace, denuclearizzata, operosa, accogliente, solidale, civile, e sempre all’avanguardia. Ora e sempre, aperta al mondo” conclude Patrizia Mancini.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati