Velletri, dura polemica della Lega sul caso dell’incendio scoppiato sul Monte Artemisio

Velletri, dura polemica della Lega sul caso dell’incendio scoppiato sul Monte Artemisio

Velletri – Dopo gli incendi che ieri e oggi stanno interessando la cresta del Monte Artemisio, divampa la polemica politica con un infuocato Tony Brugnolo che attacca il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti riguardo i presunti ritardi della dichiarazione di stato di calamità riguardante il pericolo incendi.

Il responsabile provinciale della Lega in una nota da poco diramata ha dichiarato quanto segue:

“Purtroppo, nonostante la (tardiva) dichiarazione di stato di calamità arrivata nei giorni scorsi dal Presidente Zingaretti, l’allarme incendi nel Lazio resta altissimo”.

“Il focolaio scoppiato sul Monte Artemisio sembrerebbe essere ancora attivo ed oltre ad aver interessato il versante nord (verso i Pratoni del Vivaro) rischia di produrre nuovi incendi che interessano anche il versante sud (verso Velletri)”.

“Solo il lavoro coordinato di Protezione Civile, Guardiaparco, Vigili del Fuoco e dei numerosi volontari, sta permettendo di contenere il fuoco e di bonificare lentamente l’area. I nostri canadair stanno facendo gli straordinari in giro per l’Italia devastata dagli incendi, il nostro ringraziamento, quindi, va a tutti coloro che qui, come altrove, stanno dando una mano per evitare il peggio”.

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati