Selectra – Trasloco: il cambio perfetto delle utenze luce, gas e Internet

Selectra – Trasloco: il cambio perfetto delle utenze luce, gas e Internet

Quando si trasloca in una nuova abitazione è necessario effettuare anche il cambio delle utenze di luce, gas e della linea Internet. Vediamo come effettuare il trasloco delle utenze domestiche, tutti i dettagli in merito a costi, tempistiche e modalità, e quali sono le differenze tra allacciamento, voltura e subentro.

H2 – Le tempistiche del trasloco utenze
Al momento di trasferirsi in una nuova casa occorre prestare particolare attenzione anche al trasloco delle utenze di luce, gas e della linea Internet. Si tratta di un’operazione fondamentale ed è molto importante agire rispettando le tempistiche, per non rischiare di ritrovarsi nella nuova casa senza le utenze attive. In generale si consiglia di muoversi almeno un mese prima della data prevista del trasloco: in questo modo saremo sicuri di effettuare tutte le operazioni necessarie.

H3 – Allacciamento e prima attivazione, costi e tempistiche
Quando dobbiamo fare richiesta per un cambio delle utenze, dobbiamo già aver chiaro di quale operazione avremo bisogno: questo dipende se la casa in cui traslocheremo era precedentemente abitata o si tratta di un immobile appena costruito. Se infatti stiamo per traslocare in una casa di recente costruzione, e dunque mai abitata, la prima cosa da fare è effettuare una richiesta per l’allacciamento di luce e gas, che comporterà l’installazione di un contatore, fondamentale per la sottoscrizione di un contratto utenze. La tempistica dell’allacciamento prevede tra i 30 e i 60 giorni lavorativi e ha un costo intorno ai 450 euro.
Una volta che il nostro contatore di luce e gas sarà stato installato, potremo procedere con la sottoscrizione di un contratto luce e gas e con la prima attivazione del contatore, un’operazione dal costo variabile tra i 50 e gli 80 euro. Per la prima attivazione del contatore non sono richieste tempistiche eccessivamente lunghe, in particolare per la prima attivazione della luce dovremo attendere tra i 7 e i 10 giorni lavorativi, mentre per la prima attivazione del gas, tra i 10 e i 15 giorni lavorativi.

H3 – Differenza tra voltura e subentro
Se stiamo per traslocare in una casa che era già abitata, troveremo il contatore già presente; questo potrebbe essere ancora attivo o risultare già staccato: a seconda dello stato di attivazione del contatore dovremo fare richiesta per una voltura o un subentro delle utenze.
In particolare, faremo richiesta per una voltura energia qualora sia il contatore che il contratto del precedente inquilino risultino ancora attivi: con la voltura potremo andare a modificare i dati dell’intestatario delle utenze. Qualora il contatore risultasse invece già staccato, dovremo procedere con un subentro delle utenze, e procedere alla sottoscrizione di un nuovo contratto.

H4 – Come effettuare una voltura o un subentro
Per effettuare una voltura o un subentro, è necessario contattare il fornitore con cui abbiamo sottoscritto il contratto e allegare alcuni documenti:
Dati nuovo intestatario utenze (nome, cognome, carta d’identità, codice fiscale)
Indirizzo
Dati vecchio intestatario utenze
Dati utenza (codice POD per la luce e codice PDR per il gas)
Lettura contatore e potenza in Kw (recuperabile in una vecchia bolletta)
Codice Iban (in caso di pagamenti con domiciliazione bancaria)

H4 – Quanto costa la voltura e il subentro di luce e gas?
I costi di voltura e subentro possono variare, in particolar modo in base al tipo di mercato di
appartenenza, se libero o tutelato.
Scendendo nei dettagli, i costi di voltura luce e gas nel mercato libero sono:
26,13 € per il contributo amministrativo destinato al distributore locale di energia
elettrica
Tra 30 € e 45 € per il contributo amministrativo al distributore locale gas
23 € Contributo per costi di gestione
16 € Imposta di bollo (se richiesta dal fornitore)

Per quanto riguarda i costi della voltura nel servizio di maggior tutela:
26,13 € + 22% IVA per il contributo amministrativo al distributore locale
23 € + 22% IVA per il contributo fisso dovuto ai costi di gestione
16 € Imposta di bollo

Se invece abbiamo necessità di un subentro di luce e gas, i costi di un subentro nel mercato libero sono:
26,13 € per il contributo fisso per gli oneri amministrativi
Tra 20 € e 60 € per la quota di servizio che viene stabilita dal gestore e quindi variabile

Invece i costi di un subentro nel mercato tutelato sono:
26,13 € per il contributo fisso per gli oneri amministrativi
23 € per il contributo fisso
16 € Imposta di bollo
 Deposito cauzionale (qualora richiesto)

H4 – Tempistiche voltura e subentro

Come già accennato, quando si effettua un cambio delle utenze è importante agire per tempo. Le tempistiche di voltura e subentro possono variare, ma in generale, per una voltura di luce e gas dovremo attendere tra i 4 e i 30 giorni lavorativi, da quando il cliente ha inoltrato la richiesta. Il subentro della luce avviene entro 7 giorni lavorativi, mentre il subentro del gas avviene entro 12 giorni lavorativi.

Qualora il cliente dovesse subire ritardi nello svolgimento delle operazioni, L’ARERA ha predisposto un indennizzo pecuniario, stabilendone la somma in base ai giorni di ritardo subiti. Nello specifico, il cliente ha diritto a un indennizzo pari a:
35 euro se l’attivazione è avvenuta nel doppio del tempo
70 euro in caso l’attesa sia stata del triplo del tempo
105 euro se l’attivazione è avvenuta oltre il triplo del tempo previsto

H2 – Trasloco linea internet: come fare?
Quando ci trasferiamo in un a nuova casa dovremo anche occuparci del trasloco della linea Internet domestica: in questo modo potremo mantenere la nostra offerta internet senza andare a modificare il contratto originale. Effettuare il trasloco di Internet è un’operazione che ad oggi è possibile eseguire anche su internet; altri operatori richiedono invece la disdetta attraverso raccomandata oppure contattando il servizio clienti telefonico. Il costo del trasloco di Internet varia a secondo del provider con cui si è sottoscritto il contratto, ma in generale presenta un costo di circa 70 euro. Anche la tempistica del cambio Internet è piuttosto variabile, con attese che vanno dai 10 ai 90 giorni lavorativi, in base al provider selezionato. Prima di effettuare il trasloco dovremo prestare attenzione alle possibili variazioni contrattuali dell’offerta che avevamo precedentemente stipulato. Potrebbe infatti succedere che la tariffa che avevamo sottoscritto non sia più disponibile, o la nostra nuova abitazione non è ancora raggiunta dalla copertura fibra. In questo caso sarà necessario sottoscrivere una nuova offerta internet, effettuando una comparazione tra le tariffe internet presenti sul mercato e procedere con l’attivazione di un nuovo contratto.

Grazie a Selectrahttps://selectra.net/  · 

Condividi

Valentina INFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati