INFO-RICETTE: Frappe di Carnevale

INFO-RICETTE: Frappe di Carnevale

Il nostro pasticcere Simone M. ci presenta oggi una gustosissima ricetta: quella delle frappe di Carnevale, un’idea gustosa in vista del Martedì Grasso!

INGREDIENTI

500g farina 00
125g zucchero
10g sale
50g burro
2 uova
8g lievito per dolci
50g liquore (rhum, limoncello, anice o altro)

PROCEDIMENTO

È possibile realizzare questo impasto facilmente anche a mano. Disporre la farina sul piano da lavoro e creare una fontana. Inserire al centro della fontana lo zucchero, il burro e le uova e cominciare ad impastare fino ad ottenere un impasto cremoso.

Unire il liquore e farlo assorbire mescolando per bene. Infine amalgamare la farina esterna all’impasto cremoso fino ad ottenere una consistenza simile a quella della pasta all’uovo.

Se l’impasto dovesse risultare troppo duro, potete aggiungere un po’ di latte. Aggiungetene sempre poco alla volta, fino ad ottenere un impasto non troppo morbido e non appiccicoso. Far riposare in frigo coperto da pellicola almeno 2 ore (meglio se fatto il giorno prima).

Stendere l’impasto con il mattarello (ma va bene anche la macchina per la pasta) aiutandosi con poca farina fino ad ottenere uno spessore molto fine (1 o 2 millimetri massimo) e tagliare le frappe con un coltellino o una rotella.

Potete decidere sia lo spessore che la forma, l’importante è ottenere uno spessore uniforme per avere una seguente cottura altrettanto uniforme. Friggere le frappe in olio di arachidi (o semi di girasole) ben caldo.

Non appena le frappe saranno dorate scolatele e fatele asciugare su uno scolafritti o carta assorbente. Spolverizzate con zucchero a velo e servite.


CONSIGLI:
Potete rendere più golose le vostre frappe aggiungendo nell’impasto vaniglia e/o scorze di agrumi non trattati oppure potete glassarle con il cioccolato fondente.


Per la frittura potete usare anche strutto o olio d’oliva (ma avrete in questo caso un sapore più caratteristico che non a tutti può piacere).
Evitate ad ogni modo di usare un olio di semi vari, ma prediligete un buon olio di arachidi o girasole.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati