Il legno nell’edilizia sostenibile

Il legno nell’edilizia sostenibile

In una società in cui i temi della sostenibilità e dell’ecologia sono molto importanti e coinvolgono un numero di settori sempre maggiore, l’edilizia sostenibile ritiene che il legno è il materiale costruttivo per eccellenza, in termini di impatto ambientale e di proprietà meccaniche.

Il legno non solo è resistente, isolante e sostenibile, ma fa anche lavorare e vivere meglio.

Sono tanti i vantaggi del materiale più antico del mondo che sta tornando protagonista dell’edilizia sostenibile a livello nazionale e internazionale.

Una delle migliori caratteristiche del legno è la durabilità, ma per avere buoni risultati è necessario però avere molte accortezze durante la messa in opera, tra cui permettere la naturale traspirabilità del materiale per prevenire la formazione di muffe e muschi.

Il legno è molto più sicuro in caso di incendio rispetto all’acciaio; infatti mantiene le proprie caratteristiche strutturali anche ad alte temperature, poiché la sua autocombustione avviene a 300° C, rispetto ai 200°C a cui si deforma l’acciaio.
Questa sua grande caratteristica è dovuta al fatto che in caso di incendio il legno si carbonizza in superficie proteggendo la struttura interna, si crea così uno strato protettivo che rallenta la velocità della fiamma, fungendo da isolante e preservando la staticità, che non viene compromessa.

La differenza di emissione di anidride carbonica del legno rispetto ad altri materiali, numericamente parlando, è stimata intorno a 1,6 tonnellate per metro cubo.

Il legno per sua natura è 4 volte meno pesante del cemento e ha una buona resistenza statica, che rende possibile la costruzione di edifici con minore massa rispetto ad analoghe strutture in cemento armato.
La minore massa consente poi un aumento della sicurezza antisismica e permette in molti casi la sopraelevazione di edifici esistenti, senza interventi sulle fondazioni e con cantieri molto più puliti, meno rumorosi e con minore produzione di rifiuti.

Tutti i materiali da costruzione hanno un solo ciclo di vita che li rende inutilizzabili una volta terminato il processo costruttivo, diversamente il legno è uno dei materiali da costruzione che, una volta dismesso, può essere riciclato ed utilizzato per altri scopi.

Ing. Alberto Gambini

Condividi

Valentina INFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati