Genzano, ladro pentito riporta il triciclo rubato ad un bambino

Genzano, ladro pentito riporta il triciclo rubato ad un bambino

Il piccolo Riccardo, di Genzano, di appena 2 anni, è tornato a giocare col suo triciclo. Dopo i vari post sui social e l’intervento della Polizia Locale, che aveva chiesto di visionare le immagini di videosorveglianza dei negozi della zona di corso don Minzoni, il ladro del triciclo passeggino del bambino si è pentito.

giugno

Nel primo pomeriggio, approfittando della chiusura dei negozi, ha riportato il mini trike nell’atrio della palazzina dove lo aveva rubato la mattina. Un inquilino lo ha notato e lo ha riportato alla mamma, che gestisce un noto bar della piazza centrale insieme alla sua famiglia.

“Ringrazio tutti per l’interessamento” ha detto la giovane mamma genzanese. “Subito dopo che era successo il fatto la prima persona che ho incontrato in strada, vicino al mio bar è stato il fotoreporter giornalista Luciano Sciurba, che vedendomi molto agitata, mi ha chiesto immediatamente cosa fosse successo a me e al bambino”.

“Dopo il mio racconto, Luciano ha chiamato la pattuglia della polizia locale, che era a piazza Frasconi, il maresciallo Marco Toti con l’agente Roberto Brunetti si sono subito prodigati, recandosi sul posto del furto per avviare le indagini e i controlli. Hanno subito ascoltato le persone del palazzo che sta proprio davanti la chiesa centrale, dove ero andata a trovare degli amici, lasciando il triciclo nell’androne della palazzina”.

“Ringrazio anche l’inquilino del palazzo che mi ha avvisato del ritrovamento nel pomeriggio. Mio figlio, che era rimasto senza triciclo, era molto triste. Ha solo due anni e tra l’altro ama molto i mezzi a motore, è tornato subito in sella a giocarci”.

Una settimana fa era stata rubata anche una bicicletta ad un bambino nella zona del Parco dell’Olmata, fatta ritrovare in seguito nella zona. Anche in questo caso la mamma aveva fatto degli appelli sui social, sempre a Genzano.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati