Genzano, incendio vasto e repentino in via Pozzo Bonelli, al lavoro da alcune ore pompieri e protezione civile

Genzano, incendio vasto e repentino in via Pozzo Bonelli, al lavoro da alcune ore pompieri e protezione civile

Genzano (Rm) – Un vasto e repentino incendio si è sviluppato nel territorio genzanese, questa volta nella zona rurale e agreste di via Pozzo Bonelli, con decine di mezzi e un elicottero dei vigili del fuoco e protezione civile al lavoro da alcune ore. Nel primo pomeriggio il fronte del fuoco molto violento e repentino si è avvicinato alle case, ville, strutture murarie, bomboloni del gas e casolari agricoli.

Solo grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco di Velletri e Nemi, supportati dalla protezione civile di Genzano, Lanuvio e Ariccia con numerose autobotti e mezzi campestri antincendio si sono evitate conseguenze più gravi.

Isolato e raffreddato con molta acqua un grosso bombolone del gas che stava per essere attinto dalle fiamme, vicino ad una villa, numerosi residenti sono scesi in strada, presi dal panico e sono stati soccorsi e calmati dalla polizia locale e dagli agenti dei commissariati di Genzano e Albano.

Tutta la zona è stata delimitata e chiusa al traffico dalla polizia locale di Genzano e dalla polizia di stato presenti sul posto con alcune autoradio e volanti in servizio nel pomeriggio, dalle 14.15 circa.

Le operazioni di spegnimento sono dirette da un funzionario dei vigili del fuoco che è sul posto come direttore operazioni spegnimento ( dos ) con l’elicottero dall’alto che ha già fatto una ventina di sganci, tutte le bonifiche sono ancora in corso.

Il vasto incendio è partito in modo molto violento e consistente lungo un fosso invaso da sterpaglie, vegetazione, molta folta vegetazione, alberi, uliveti e canneti, nei pressi di un centro sportivo con laghetto “Le Palme” di Genzano, chiuso e nel totale abbandono, da oltre 10 anni, il rogo probabilmente si è innescato per cause dolose, come spesso accade quando non è dovuto a cause accidentali.

Sul posto si è portata anche la vice sindaca Francesca Piccarreta e l’assessore alla polizia locale Roberto Silvestrini per sincerarsi della situazione, i primi ad arrivare gli agenti della polizia locale con due pattuglie e la comandante Manola D’amato a bordo, insieme alle volanti del commissariato di polizia di Genzano e Albano, la protezione civile genzanese, di Ariccia, Lanuvio ed i pompieri di Velletri e Nemi.

Aggiornamento: Stanno ancora lavorando strenuamente contro le fiamme e il fumo e la vasta nube di fumo, i volontari della protezione civile di Genzano, Ariccia e Lanuvio unitamente ai pompieri di Nemi e Velletri.

Con la polizia locale, la polizia di stato sul posto, che hanno dato ausilio e aiutato tante persone a uscire dalle loro case avvolte dal fumo per permettere le operazioni di spegnimento e mantenere la calma.

Sul posto, moltissimi gli sganci dall’alto dell’elicottero (almeno 30) della protezione civile regionale, che ha pescato l’acqua direttamente nel laghetto abbandonato della pesca sportiva “Le Palme” adiacente al luogo dove si è sviluppato repentinamente l’incendio.

Quest’ultimo ha interessato una vasta area di alcuni km. Purtroppo, sono stati danneggiati dalle fiamme alcuni giardini, proprietà private, baracche e altre strutture agricole. Ma per fortuna, grazie al pronto intervento e al folto schieramento dei mezzi dei soccorritori, con moduli antincendio, grosse autobotti e pick-up, si è evitato il peggio.

Al termine delle operazioni poco dopo le 18.45, la comandante della polizia locale Manola D’amato ha voluto ringraziare tutti i volontari, i pompieri e gli agenti della Municipale e della Polizia di Stato che si sono precipitati sul posto per aiutare le persone in difficoltà con le loro case piene di fumo e minacciate dalle fiamme che si avvicinavano ma, per fortuna, con un pericolo evitato dalla presenza dei soccorritori.

Anche se i danni comunque sono ingenti alla vegetazione, agli alberi, ai frutteti, vigne, uliveti alcune strutture e manufatti tipo rimessaggi agricoli, baracche, gazebo, in legno, altri materiale e muratura.

Condividi

Autore M

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati