Albano, presidio in discarica ad alta tensione. “Molto scoraggianti” i dati Arpa

Albano, presidio in discarica ad alta tensione. “Molto scoraggianti” i dati Arpa

Albano – Tensione altissima al presidio dei comitati cittadini contro la discarica in via Ardeatina, come ormai accade da un mese. Poco fa Aldo Garofolo, esperto chimico dei No Inceneritore, ha spiegato i risultati dei dati Arpa arrivati ieri, dove si evincono chiaramente valori inquinanti molto al di sopra dei parametri normali in discarica.

grafiche settembre

“I dati arrivati dall’Arpa non sono per nulla incoraggianti, anzi molto scoraggianti -ha detto Garofolo-, in quanto alcuni parametri sono molto al di sopra di quelli consentiti con la presenza di alcuni metalli pesanti. Un rilievo molto al di sopra dell’indice respirometrico è riferito ai rifiuti che dovevano contenere solo FOS, cioè materiale già trattato, dove invece è stato trovato organico in eccesso”.

Inoltre, “dai dati Arpa arrivati ieri il rifiuto della SAF prelevato il 3 agosto era fuori limiti per zinco e indice respirometrico, che invece di 1000 era a 4400; discorso diverso per quello di AMA prelevato il 16, perché pur avendo un indice respirometrico di 1700, quindi superiore a 1000, è stato ritenuto non significativo. Mancano ad oggi prelievi dei rifiuti da Malagrotta. Come No Inc contestiamo le valutazioni benevole di Arpa nel confronti di Ama, perché il rifiuto che conferisce ha il codice CER 191212, che non prevede la presenza di elevati residui organici. In pratica Arpa avrebbe dovuto considerare quel rifiuto non conforme alle prescrizioni previste per quel codice”.

Il presidio in una nota ha espresso solidarietà all’attivista a cui è stato notificato il foglio di via per 6 mesi, un ragazzo di Marino che aveva partecipato al blocco dei tir insieme ad altri gli scorsi giorni. Domani mattina sarà in programma un protesta di massa a Roma davanti la sede degli uffici regionali rifiuti in via Oderico da Pordenone, e la prossima settimana tutti in strada ad Albano.

Arrivato da poco anche il sindaco di Albano Massimiliano Borelli, che sta controllando gli sversamenti in discarica dei tir insieme a due membri del presidio dei cittadini.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati