Albano, Borelli sul Coronavirus: “Tutti attenti, a cominciare dai giovani”

Albano, Borelli sul Coronavirus: “Tutti attenti, a cominciare dai giovani”

Il quadro dell’epidemia di Covid-19 non tende a migliorare. Le misure di contenimento sociale potranno dare risposte solo tra qualche settimana e, probabilmente, sarà necessaria qualche altra misura. Sta a noi auto-limitarci, evitando quanto più possibile i contatti“.

Così, in un post su Facebook, il Sindaco di Albano Massimiliano Borelli.

Mi rivolgo innanzitutto ai ragazzi, di cui comprendo le difficoltà, ma che oggi devono essere parte attiva in questa battaglia contro la pandemia. Li esorto, quindi, a indossare le mascherine ed evitare assembramenti“.

La nostra città sta rispondendo in maniera positiva alle indicazioni provenienti dalle autorità; ad Albano rispetto a giovedì abbiamo 133 attualmente positivi (+4) e 52 in isolamento fiduciario (+4). Sono dati che mantengono alta la nostra attenzione. A questi bisogna poi aggiungere altre 8 classi che sono passate in didattica a distanza (DAD), per un totale di 10“.

Sono in costante contatto con i vertici della ASL RM 6 per il quotidiano scambio di informazioni sui contagi e per la programmazione di interventi integrativi. Anche oggi abbiamo fatto il punto sui lavori attivati per la predisposizione di un reparto Covid 19 presso il nostro ex ospedale; la scelta è ricaduta su di un’ala separata, ora inutilizzata, anche nel rispetto dell’ultima ordinanza regionale. La speranza è che non debba essere usato, ma non possiamo farci trovare impreparati; bisogna poter fornire ai nostri concittadini servizi di alta qualità il più vicini possibili, come è stato con l’attivazione dei drive-in Covid di Genzano e Albano“.

Nel frattempo i nostri uffici comunali, a partire dalla prossima settimana, riattiveranno i recapiti utili per l’assistenza domiciliare, in modo da rispondere alle crescenti difficoltà organizzative di molte famiglie“.

Condividi

Valentina INFO

Un pensiero su “Albano, Borelli sul Coronavirus: “Tutti attenti, a cominciare dai giovani”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati