Velletri, rintracciato dopo 24 ore il pirata della strada, grazie ad una videocamera su via Appia Nuova

Velletri, rintracciato dopo 24 ore il pirata della strada, grazie ad una videocamera su via Appia Nuova

Velletri – Rintracciato dopo 24 ore di incessante lavoro, nel tardo pomeriggio di ieri, il pirata della strada che a bordo della sua Ford Focus di colore rosso, aveva provocato un grave incidente stradale intorno alle 14 di mercoledì su via Appia Nuova, al km 36.500 a Velletri.

La dinamica dell’incidente era apparsa subito chiara agli agenti della polizia locale veliterna che era intervenuta sul posto con due pattuglie e il capitano Carlo Lenci che ha coordinato le indagini.

La moto, una potente Aprilia 1000 con il 49enne Andrea V. un artigiano di Genzano, che stava andando al lavoro in un centro sportivo famoso a Colle degli Dei a Velletri, in un tratto in curva era stato toccato da una macchina poi fuggita.

Il contatto gli aveva fatto perdere il controllo della moto, facendolo finire contro un’ altra auto con 3 persone a bordo per poi volare verso la rete metallica di un uliveto dopo aver oltrepassato il guardrail.

grafiche settembre

Il centauro ferito in modo grave dal volo di diversi metri, si è salvato grazie al fatto che portava il casco, il giubbino da motociclista e la protezione della rete metallica del terreno che ne ha contenuto il tremendo volo. L’uomo aveva comunque riportato molti traumi gravi alle gambe e in altre parti del corpo.

Sul posto erano arrivati i sanitari del 118 e un elisoccorso atterrato in un campo vicino al luogo dell’incidente, che hanno soccorso il 49enne. I quali l’hanno poi trasportato in codice rosso all’ospedale romano del San Camillo dove è tutt’ora ricoverato in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita sembrerebbe.

Le indagini degli agenti della municipale di Velletri, che hanno visionato le immagini di videosorveglianza della via Appia Nuova fino a Genzano, hanno portato ottimi risultati.

Nel pomeriggio di ieri un frame di una videocamera privata di un cittadino veliterno, che aveva ripreso la targa è balzato agli occhi degli investigatori, così tutti i controlli che sono stati fatti al comando della polizia locale, hanno portato all’identificazione del pirata.

Gli agenti della PL veliterna si sono presentati a casa sua (del pirata della strada) ieri nel tardo pomeriggio, dove hanno identificato il 34enne, incensurato. Quest’ultimo una volta messo alle strette, ha confessato la fuga e l’omissione di soccorso. Inoltre hanno posto sotto sequestro penale la sua macchina, la Ford Focus, con i danni evidenti sul lato guida e lo specchietto spaccato.

Per lui è scattata una pesante denuncia penale a piede libero per omissione di soccorso e lesioni stradali gravi. Dal comando della polizia locale hanno ringraziato gli organi di informazione per aver contribuito a risolvere il caso in poche ore. Infatti gli articoli hanno indotto un cittadino che li aveva letti, a far vedere le immagini agli agenti di una videocamera privata che aveva ripreso la macchina in fuga.

Il capitano Lenci, che ha seguito le operazioni e le indagini del caso, insieme ai suoi agenti ha dichiarato: “L’invito da parte nostra è sempre quello di fermarsi e prestare soccorso in caso di incidente stradale, in quanto la fuga e l’omissione di soccorso sono reati penali molto gravi, tra l’altro inaspriti dalle leggi recenti, che potrebbero portare anche all’arresto in flagranza, oltre che determinare gravi conseguenze alle persone coinvolte nei sinistri stradali con feriti“.

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati