Velletri: La Fondazione museo Luigi Magni e Lucia Mirisola in ansia per la salute di Benedetto XVI

Velletri: La Fondazione museo Luigi Magni e Lucia Mirisola in ansia per la salute di Benedetto XVI

Velletri – La Fondazione museo Luigi Magni e Lucia Mirisola si dice in ansia per la salute di Benedetto XVI.

grafiche ottobre 2022
grafiche ottobre 2022

Di seguito il comunicato stampa di oggi:

“Questa mattina, Papa Francesco, durante l’udienza generale, ha rivolto un appello alla chiesa, chiedendo preghiere per il Papa emerito Benedetto XVI le cui condizioni di salute a causa dell’avanzare dell’età stanno peggiorando. Per noi di Velletri, il pontefice emerito è una figura familiare, abbiamo avuto la gioia e l’onore di averlo tra noi per dodici anni. Da quando nel 1993, dopo la morte del Cardinale Sebastiano Baggio, venne promosso dal titolo presbiterale di Santa Maria Consolatrice al Tiburtino a quello della nostra chiesa suburbicaria da San Giovanni Paolo II.

Prese possesso il 16 Maggio 1993, accolto dall’allora Sindaco Patrizio Saraceni e dal compianto Vescovo Andrea Maria Erba, da allora non sono mai mancati la sua presenza e i suoi gesti tangibili di paterna sollecitudine verso la sua diocesi. Amava scherzare dicendo che quando veniva a Velletri doveva obbedire al vescovo, ma tra i due nacque una vera e sincera amicizia, tanto che per la Messa di inizio pontificato ha espressamente indicato il suo amico Vescovo di Velletri – Segni Andrea Maria Erba, come rappresentante dei presuli del mondo per il dovuto atto di obbedienza.

Ma prima di questo negli anni veliterni, il Cardinale Vescovo ha sempre presenziato alla festa della Madonna delle Grazie e quella di San Clemente e a molti eventi che hanno scritto la storia recente della città e diocesi di Velletri – Segni come la riconsegna della Croce Veliterna (1997) oppure la riapertura del Museo Diocesano (2000).

In occasione del suo giubileo sacerdotale ha voluto far restaurare il pavimento del transetto di sinistra della cattedrale dove si trova la tarsia marmorea del suo stemma, sostanziale è stato il suo contributo per i lavori di restauro del soffitto ligneo che ha potuto inaugurare da Papa insieme al suo successore al titolo veliterno – signino il Cardinale Arinze al Vescovo Apicella e ai Vescovi emeriti Mons. Dante Bernini e Mons. Andrea Maria Erba.

grafiche ottobre 2022
grafiche ottobre 2022

Proprio in occasione della sua venuta da Papa pronunciò quella frase rimasta nel ricordo di tutti. <Tra di voi mi sento in famiglia> e oggi la sua famiglia lo affida alla Madonna delle Grazie davanti alla quale ha pregato molte volte, affinché come ha detto Papa Francesco lo accompagni nella sua testimonianza di sostenere la chiesa in silenzio fino alla fine”.

Condividi

Autore A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: