Velletri, ancora un pauroso incidente in pieno giorno

Velletri, ancora un pauroso incidente in pieno giorno


Alle 12:30 di oggi gli abitanti di via Caranella a Velletri, in particolare quelli residenti nei pressi dell’incrocio con via Casale delle Corti, sono dovuti correre in strada per soccorrere l’ennesimo automobilista che ha perso il controllo della propria auto, finendo per distruggere la recinzione di una proprietà privata dopo una pericolosa carambola.

La donna in questione, di circa 40 anni, viaggiava a quanto pare in direzione Sud (verso l’Appia) a bordo di una Fiat 500 e, per cause da stabilire, all’uscita di una curva tra le più pericolose della zona è finita contromano, sfondando la recinzione posta sull’altro lato della strada con il posteriore dell’auto. Una scena davvero preoccupante, con pezzi di muro scaraventati a decine di metri di distanza all’interno della proprietà dove l’auto si è poi fermata. Dove abita una famiglia con bambini che per fortuna erano in casa.

Per la donna al volante, soccorsa da alcuni passanti e dai proprietari delle case che avevano sentito il boato, è stato necessario l’intervento dei sanitari del 118 che la hanno trasportata al Pronto Soccorso di Velletri. Sul posto è intervenuto poi un equipaggio del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Velletri per i rilievi del caso e disporre alcol e drug test.

Un incidente che poteva avere conseguenze ancora peggiori visto il traffico, soprattutto di mezzi pesanti, che coinvolge la provinciale Caranella. Si tratta infatti di uno dei collegamenti fondamentali per le attività imprenditoriali del pontino e i Castelli Romani o che devono raggiungere l’autostrada. Quindi è quotidianamente utilizzato da moltissimi trasportatori con tir e mezzi di ogni tipo. Le conseguenze sono un deterioramento dell’asfalto, che in alcuni punti è preoccupante per la sicurezza degli automobilisti ma anche delle case adiacenti.

La strada è molto dissestata visto che i mezzi pesanti sobbalzano sulle buche facendo vibrare i muri delle abitazioni. Inoltre il punto dell’incidente è già noto, purtroppo, per via di analoghi incidenti che in passato hanno coinvolto anche le centraline delle società di telecomunicazione, questa volta solo sfiorate. D’altronde qui la strada era un tempo una “T” e solo con i lavori di rifacimento della via Caranella, ormai 30 anni fa, si è passati ad una doppia curva, considerando anche quella successiva dove sbocca via di Capitancelli.

L’episodio insomma riapre la questione sicurezza per un’arteria assolutamente inadatta al trasporto pesante, che però al momento è l’unica soluzione per raggiungere con tempi di percorrenza decenti l’autostrada a Valmontone senza attraversare i centri abitati di Velletri e Lariano. ” Sembra dunque sempre più evidente la necessità di trovare una soluzione concreta” – dice uno dei residenti, che invocano innanzitutto il rifacimento del manto stradale, e poi la messa in sicurezza dell’intero tratto tramite le misure consentite dal tipo di collegamento.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati