San Giovanni, aspirante suicida lascia un biglietto al padre e tenta di gettarsi dall’ottavo piano

San Giovanni, aspirante suicida lascia un biglietto al padre e tenta di gettarsi dall’ottavo piano

Roma – Ha lasciato un biglietto al padre con il quale abita ed è uscito da casa di soppiatto, con il preciso intento di togliersi la vita.

Quando il genitore si è alzato alle 6.30 ed ha trovato il messaggio dal quale si capivano le intenzioni del ragazzo, l’uomo ha chiamato il 112 NUE per chiedere aiuto alla Polizia di Stato.

luglio

Immediatamente 2 pattuglie della Sezione Volanti, diretta da Massimo Improta, sono arrivate a Piazza Ragusa e sono state contattate da una terza persona, che aveva visto il 31enne sul cornicione di una finestra, lato cortile, tra l’ottavo ed il nono piano.

Senza indugio i poliziotti sono entrati nel palazzo e sono saliti ai piani interessati mentre i Vigili del Fuoco stavano cercando di posizionare la scala.

Quando il ragazzo ha capito che i pompieri stavano per salire si è agitato e, nonostante gli agenti abbiano cercato di calmarlo, ha dato loro le spalle sporgendosi e ha tentato di lanciarsi nel vuoto: solo grazie alla prontezza di riflessi dei poliziotti, che lo hanno afferrato cingendolo all’altezza della vita, si è evitata la tragedia.

Affidato alle cure del 118, è stato trasportato al pronto soccorso per essere visitato.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati