Rocca Priora, la “pioggia di stelle” in onore dell’Assunta nella chiesa dei Castelli Romani più vicina al cielo

Rocca Priora, la “pioggia di stelle” in onore dell’Assunta nella chiesa dei Castelli Romani più vicina al cielo

Rocca Priora (Rm) – La storia del campanile più vicino al firmamento dei Castelli Romani. Un gioiello di arte romanica che svetta a 768 metri. Come da tradizione, è proprio qui che si festeggia l’Assunzione chiudendo la processione con la sfavillante “pioggia di stelle”.
I tanti in arrivo da fuori a Rocca Priora per non perdere questo spettacolo che avvicina cielo e terra, avranno modo di visitare una chiesa che racchiude in sé mille suggestioni e altrettante storie.
La chiesa infatti, voluta dalla famiglia Savelli, si trova nel cuore di Rocca Priora. Si pensa che il luogo in cui fu edificata fosse lo stesso di un antico tempio romano dedicato alla Dea Fortuna.
Fu consacrata nel 1964.

Dal 1893 è stata interessata da vari restauri. Ma conserva ancora il quattrocentesco portale in travertino. Dentro, tra le colonne di peperino che delimitano le navate, molti affreschi originali, ognuno con una sua storia.
Nelle antiche vetrate i profili dei santi patroni, San Rocco e San Sebastiano, che secondo la tradizione fermarono la peste ai confini del paese. Di grande suggestione, nell’abside, la Vergine che sale verso il cielo lasciando ai suoi piedi un giardino fiorito disseminato di gigli.
All’interno si trova anche un museo parrocchiale visitabile su richiesta.

Condividi

Autore M

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati