Rocca Priora celebra la Giornata dell’Infanzia con sei nuove aule e la presentazione del libro “La scuola non si ferma”

Rocca Priora celebra la Giornata dell’Infanzia con sei nuove aule e la presentazione del libro “La scuola non si ferma”

Rocca Priora – Sotto le note dell’Inno di Mameli suonate dalle musiciste e dai musicisti della Banda Corbium di Rocca Priora si sono oggi aperte le porte dei nuovi spazi inclusivi realizzati per le ragazze e i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Scolastico Duilio Cambellotti. Una mattina di festa e di celebrazioni che hanno visto la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni, delle Forze dell’Ordine e che è stata coronata dalla presentazione del libro “La scuola non si ferma” scritto da Alessandra Migliozzi, giornalista e Capo ufficio stampa Ministero dell’Istruzione.

In soli 4 mesi sono state realizzate sei nuove aule e una sala polivalente realizzate con soluzioni architettoniche che hanno sposato a pieno le esigenze pedagogiche della scuola e delle ragazze e dei ragazzi. Nuovi ambienti, aule spaziose, capienti, luminose per venire incontro a esigenze importanti in epoca Covid, ma che rappresentano una buona pratica nell’edilizia scolastica futura, come ha ribadito anche Alessandra Migliozzi del Ministero dell’Istruzione: “Un esempio veramente positivo, la cui tempistica con cui sono state realizzate e consegnate le aule è non solo una buona pratica, ma è un esempio da riportare a livello nazionale”.

Un progetto ambizioso nato e portato a termine grazie ad un cronoprogramma serrato, preciso ed in continua evoluzione che sin da subito ha permesso di rispondere ad un lavoro di squadra giocato insieme tra ’Amministrazione comunale di Rocca Priora, il suo Ufficio Lavori Pubblici, i progettisti incaricati e la Dirigenza scolastica.

“Abbiamo potuto tradurre la nostra idea di scuola in spazi vivibili – ha commentato Laura Micocci, Dirigente scolastica dell’Istituto Duilio Cambellotti – grazie ad una continua flessibilità del progetto che ha accolto a pieno la nostra idea pedagogica. Non abbiamo solo demolito e ricostruito, ma dietro questo c’è una scuola che risponde ai bisogni dei ragazzi, una scuola inclusiva, punto focale di Rocca Priora. La scuola della cura e dello star bene”.

“È stata un’estate particolare quella che da poche settimane si è conclusa e che ci ha visti assistere, curiosi, alla realizzazione di un progetto – ha detto la Sindaca Anna Gentili nel suo intervento -. E il 14 giugno mentre per ì ragazzi finiva un altro anno scolastico, non certo facile, per noi cominciava una nuova avventura, non certo facile. A ripensarci mi vengono ancora ì brividi e mano mano che le giornate si allungavano e la luce batteva forte su quel formicolio di caschetti gialli che ora dopo ora incessantemente si muovevano in quello spazio che da giugno eravamo da sempre stati abituati a vedere vuoto, silente, chiuso quasi a dare la sensazione di stare a ricaricarsi per affrontare la riapertura di settembre.

Era necessario dare prova tangibile che le Istituzioni devono essere consapevoli e portare rispetto al grande lavoro di formazione che le comunità scolastiche sanno fare, anche in periodi di grossa criticità come quelli vissuti nei mesi scorsi. E a Rocca Priora diciamolo a gran voce il lavoro fatto dal nostro Istituto Scolastico rappresenta un’eccellenza, un fiore all’occhiello di cui essere tutti orgogliosi.


E’ una bella e operosa comunità quella del nostro Istituto, una comunità che quotidianamente con grosso senso di responsabilità e abnegazione lavora per costruire futuri che hanno fondamenta solide, e che pur nella complessità, sa allineare ì bisogni e gestirli restituendo un servizio di offerta formativa di pregevole qualità.
Tuttavia per costruire un futuro che sia sempre di più in sintonia con la complessità delle società in cui viviamo occorre dare all’oggi, al nostro lavoro quotidiano l’onere e l’onore di rendere più fertile possibile il terreno su cui i nostri ragazzi semineranno i loro sogni e i loro desideri.

C’è una frase che Duilio Cambellotti riporta in una delle tavole che dipinse per la Scuola dei Contadini di Colle di Fuori: ”Ogni seme da il suo frutto anche se distante anche se distante anche se lontano”, è una frase che amo citare e che oggi può addirittura essere assunta come motto di questa giornata”.

“I ragazzi sono il presente ed è nel presente che si costruisce il futuro. La scuola oggi è più forte, più comunitaria, affettuosa e caparbia e questo ce lo ha insegnato la pandemia. I ragazzi vogliono più scuola per avere più strumenti per il mondo che dovranno affrontare, una scuola accogliente e una modalità nuova di fare didattica con una dinamicità che ha già introdotto la Dad per essere più attivi e protagonisti.

Abbiamo fatto tanto non disperdiamo questo patrimonio”, ha commentato Alessandra Migliozzi, giornalista e Capo ufficio stampa del Ministero dell’Istruzione, che ha raccolto nel suo libro “La scuola non si ferma”, edito dal gruppo La Scuola Sei, le esperienze di di tanti studenti, docenti, dirigenti e genitori alle prese con la Dad. Un viaggio raccontato con un libro-diario che parte dalla pandemia e guarda alla scuola del futuro.

E parlando di futuro la Sindaca Anna Gentili ha concluso la giornata lanciando una “nuova sfida per la nostra Amministrazione e la nostra città: “la realizzazione di un nuovo ed importante edificio scolastico. Tra qualche anno ci rivedremo tutti al nuovo campus scolastico per tagliare di nuovo il nastro insieme”. A moderare l’inaugurazione la Sindaca ha scelto la bravissima Lara Pucci, una studentessa di Rocca Priora cresciuta proprio nella scuola Duilio Cambellotti e che oggi prosegue la sua carriera scolastica con grandi risultati nella Facoltà di Filosofia dell’Università di Tor Vergata.

“Come non ringraziare l’Assessore Claudio Fatelli che ha reso possibile le realizzazione di questa nuova ala dell’edificio scolastico – ha concluso la Sindaca-. Ringraziamo inoltre le tantissime autorità, cittadine e cittadini presenti oggi in questa giornata importante per la nostra comunità. Tutti i Consiglieri del Comune di Rocca Priora, Giuseppe De Righi, Segretario Generale Anci Lazio e presidente del Sistema Castelli Romani, il Vicesindaco Franco D’Uffizzi e la Consigliera Paola Gizzi del Comune di Frascati e la Vice sindaca Nicoletta Felici e l’Assessore al Bilancio Cristian Buglia del Comune di Monte Compatri.

Grazie al responsabile del settore ufficio lavori pubblici del Comune di Rocca Priora Antonio Pucci che ha lavorato costantemente all’iter di avvio e di esecuzione dei lavori affiancando l’assessore, la Riunione Temporanea Progettisti composta dall’ingegnere Gustavo Fernez, la Engineering Services Safa srl e dall’ingegnera Sara Medici, le ditte Codisab, Mario Mollari e Tiziano Lavagnini e l’Ingegnera Chiara Rossi.


Grazie alla nostra scuola: in primis Laura Micocci, la dirigente scolastica e al Consiglio d’Istituto. Ringraziamo il Commissario Fioranelli della Polizia di Frascati e Domenico Bertozzi, Comandante Stazione dei Carabinieri di Rocca Priora, la rappresentanza della nostra Protezione Civile, dell’Associazione Carabinieri in Congedo e delle associazioni Tutti Uniti Per Matteo, Pro Loco Rocca Priora e Aslan e la Banda Musicale Corbium che
ha partecipato all’evento”.

Condividi

AutoreL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati