Rocca di Papa, polemica dell’opposizione. L’ amministrazione denuncia la gestione fallimentare del passato

Rocca di Papa, polemica dell’opposizione. L’ amministrazione denuncia la gestione fallimentare del passato

Rocca di Papa – Oggi il consigliere di minoranza Croce evidenzia i gravi problemi del Parcheggio di piazza Valeriano Gatta. Dicono i consiglieri comunali di maggioranza di 3 liste civiche (di cui firma in calce).

Ma precisano in questa nota: I guai iniziarono nel 2008 con l’Amministrazione Boccia e proseguono con atti al limite del legittimo fino alla conclusione delle opere. Promesse, cambi di destinazione d’uso, superfici commerciali che raddoppiano, una beffa ai danni dei cittadini.

Come tutti sanno nei tempi più bui di Rocca di Papa, gli ex amministratori del PD incontrollati hanno dato vita ad investimenti fallimentari che hanno portato ad errori che gravano ancora oggi sulle spalle dei roccheggiani. Purtroppo i debiti restano sulle spalle per generazioni.

Oggi proprio il consigliere Croce, appartenente allo stesso partito e candidato nel 2016 con gli stessi amministratori dell’epoca, solleva questioni veramente interessanti, già denunciate da questa Amministrazione alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti per danno erariale.

Tutti sanno che i consiglieri hanno accesso per legge a tutti i documenti amministrativi e non capiamo cosa intenda quando fa credere ai cittadini che qualcuno nasconda qualcosa, anzi noi abbiamo sempre fatto chiarezza su questioni così importanti e continueremo a farla.

Attualmente questa amministrazione sta affrontando con spirito costruttivo e risolutivo queste ed altre situazioni spinose e pericolose per l’Ente, non solo per comprendere quanto accaduto dall’inizio alla fine della costruzione dello stesso. Ma soprattutto per limitare o evitare gravi contenziosi a danno dei cittadini.

Ad oggi la discussione in atto con la società che gestisce il parcheggio è costante ed abbiamo riaperto un vero e proprio dialogo costruttivo per la risoluzione di problemi gravi generati nella stesura di accordi a solo svantaggio della collettività. Un stile malsano e ripetitivo quello del passato e non un episodio isolato.

Per l’acquisto e la ristrutturazione dell’ex hotel Europa gli ex amministratori del Pd hanno generato un contenzioso con la FAM (società che aveva in appalto integrato le opere) di 3,5 milioni di euro.
Per la costruzione e la gestione del parcheggio di piazza Valeriano Gatta la Rdp parking chiama oggi in causa il comune per 4,6 milioni di euro.

La prima causa è stata risolta solo nel 2019 dopo sentenza, tramite transazione per volontà dell’allora reggente ed attuale sindaco Veronica Cimino, nonostante l’emergenza.
La seconda è oggetto di discussione con la Rdp parking e se necessario vedrà la costituzione per la difesa dell’Ente. Spese oramai obbligatorie che si dovevano evitare con una corretta gestione amministrativa. Danni su danni, spese su spese, dopo anni ancora paghiamo i danni di chi non sapeva amministrare o ha amministrato secondo interessi propri.

Quindi riteniamo che il consigliere Croce fa solamente polemica sui social ma dovrebbe come noi denunciare la verità. Tutta la città conosce questi fatti e il consigliere di opposizione in realtà fa solo brutta figura tentando di attribuirli a chi sta facendo il possibile per recuperare l’incompetenza e le malefatte di altri.

Anche il benzinaio in piazza ha la stessa paternità e presenta la stessa modalità operativa, accordi sottobanco e carte sparite. Invitiamo il consigliere Croce , purtroppo male informato a farsi spiegare dai suoi colleghi di partito cosa hanno combinato su Hotel Europa, Parcheggio Valeriano Gatta, benzinaio in piazza della Repubblica, Piano delle Calcare, e ci fermiamo per decenza.

Decenza che dovrebbe a questo punto usare anche lo stesso consigliere Croce, se non altro per non far irritare i suoi amici di partito che sicuramente preferirebbero il silenzio. Gli amministratori hanno l’onore e l’onere di amministrare la propria città tutelando i cittadini, tutti i beni pubblici e devono porre rimedio con intelligenza e pazienza a tutti i danni che sono state perpetrati nei confronti di una comunità intera, denunciando con atti formali dove necessario.

Per concludere sulla natura della piazza Valeriano Gatta basterebbe leggere gli atti, cosa normale per un consigliere comunale, per comprendere da dove derivino tali situazioni. Inoltre la questione pubblica o privata o meno della piazza nulla ha a che vedere con quanto scritto nella sua fantasiosa e strumentale ricostruzione. In questi mesi la piazza è stata restituita alla città, come doveva essere dall’inizio (quindi anche da quando venivano ad esserci eventi e/o iniziative politiche sulla stessa).

FIRMATO : Tutti i CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA :
Insieme per Rocca di Papa , ApertaMente e
ViviAMORocca

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati