Ridotti i festeggiamenti civili in onore di Sant’Antonio Abate a causa del Covid-19

Ridotti i festeggiamenti civili in onore di Sant’Antonio Abate a causa del Covid-19

L’universitá Mulattieri e Carrettieri di Velletri comunica alla Cittadinanza tutta, che viste le restrizioni legate alla pandemia Covid-19, i Festeggiamenti Civili in Onore di Sant’Antonio Abate 2022 saranno ridotti.

Avrá svolgimento solamente la tradizionale asta dello Stendardo che si terrà il Giorno 17 Gennaio 2022 alle ore 18:00 davanti il Sagrato della Chiesa di Sant’Antonio Abate.

Il tutto si svolgerá nel rispetto delle norme anticovid.

Per quanto riguarda i Festeggiamenti Religiosi si fà riferimento al Programma in allegato.

Queste le parole del parroco Chialastri don Cesare sulla festa e sulla gioia di celebrare Sant’Antonio Abate: “La vita di Sant’Antonio Abate ci ricorda che la gioia, la serenità interiore si prova dopo aver raggiunto un risultato o quando si esaudisce un desiderio, quindi può essere il punto di arrivo di un percorso più o meno lungo, ma può anche essere l’effetto di qualcosa di bello e inatteso che ci succede o ci viene regalato: per il nostro monaco è una vocazione!!

A volte la gioia sembra essere senza motivo apparente: Si avverte un senso di pienezza, di completezza e ci si sente pieni di gratitudine solo perché ci siamo. È una gioia che può coesistere anche con situazioni di vita difficili e disagiate (Antonio viveva nel deserto, nella solitudine), non dipende dallo stare bene o dal piacere e non puo essere prodotta da noi: la si riceve.

Tutto questo ci aiuta a ricordare che non siamo soli, che il Signore è con noi, che è lui la nostra gioia. Un caloroso grazie all’Università dei Mulattieri e Carriettieri, insieme a tutti coloro che contribuiscono, che in questi anni difficili non si sono persi d’animo e che hanno fatto ciò che era possibile fare per mantenere viva la festa e per rinnovare questa significativa tradizione”.

Condividi

AutoreL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati