Ricomincio da Nemi, Cortuso-Corrieri: “C’è chi prende e c’è chi dà…”

Ricomincio da Nemi, Cortuso-Corrieri: “C’è chi prende e c’è chi dà…”

In tempo di pandemia, lo Stato e gli enti a ogni livello cercano di far fronte alla grande emergenza economica, erogando fondi a tutti i settori colpiti.
In tutta questa situazione il Comune di Nemi cosa decide di fare? Ridetermina i diritti di istruttoria (forse, in quanto non è ben chiaro se sono diritti di istruttoria o segreteria) di tutti i procedimenti del settore edilizia privata, urbanistica e ambiente“.

Così il duo Carlo Cortuso-Patrizia Corrieri di Ricomincio da Nemi.

La motivazione, riportata nella delibera n. 116 del 14 ottobre 2020, è data dalla ‘opportunità di aggiornare le tariffe’ e dalla ‘necessità di introdurre nuove tariffe’: quale momento meno opportuno di una crisi economica e quale necessità legislativa?“.

Se fosse stata solo legislativa, un buon padre di famiglia non avrebbe aumentato in modo così sproporzionato il costo di alcuni procedimenti.
Solo per farvi alcuni esempi: da oggi, richiedere un certificato di destinazione urbanistica al Comune di Nemi avrà un costo del cittadino di € 150,00. Dovete presentare una CILA per fare dei lavori di manutenzione ordinaria? Il costo per i diritti di istruttoria (o forse di segreteria, non è dato saperlo) è di € 250,00. Per qualsiasi pratica edilizia oggetto del parere dell’Ente Parco, il Cittadino dovrà pagare un importo al Parco per diritti di segreteria di € 50,00 ed una ulteriore somma di € 30,00 al Comune di Nemi. In questo caso non è chiaro il motivo, visto che il Comune non compie nessuna istruttoria ma funge da tramite con il Parco, competente al rilascio del parere
“.

Un altro pezzo forte è il diritto di ricerca e visura, pari ad € 40,00 per fascicolo: questo significa che se devo verificare l’immobile e questo ha avuto una serie di pratiche presentate, bisognerà pagare € 40,00 per ogni singolo fascicolo. Sarà stata una svista, forse volevano intendere tutti i procedimenti riguardante l’immobile“.

Abbiamo fatto un confronto con altri comuni e i costi sono ben al di sotto di quanto deliberato dal Comune di Nemi.
Il Comune, del resto, in questo momento avrà necessità di introdurre maggiori entrate per far fronte a maggiori costi che deve sostenere
“.

È proprio di questi ultimi giorni la pubblicazione di una delibera del 5 novembre 2020, dove viene aumentata l’indennità ‘ad personam’ all’ingegnere Massimo Salvatori, responsabile dell’ufficio tecnico, di ben € 4.500,00 annui. Ma di questa faccenda torneremo a parlare presto“.

Condividi

Valentina INFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati