Pomezia – Sol Indiges. Arte pubblica tra mito e Futuro. Da dove nasce il nome del progetto?

Pomezia – Sol Indiges. Arte pubblica tra mito e Futuro. Da dove nasce il nome del progetto?

Sol Indiges è il termine che indica una divinità solare dell’antica religione romana. Il termine indiges, che si ritrova anche nei “Di indigetes”, è di significato incerto ed è tradotto come “nativo” o “invocato”.

A questa divinità solare, progenitrice di tutte le cose, è dedicato il santuario costruito nel luogo dello sbarco di Enea, alla foce del Numico presso Lavinium – che sorgeva nella campagna limitrofa alla città di Pomezia – Sol Indiges è inoltre l’epiteto con cui l’eroe fondatore venne definito dai Romani.

Le gesta di #Enea, Sol Indiges, vengono narrate nell’Eneide di #Virgilio. Il poeta romano lo rappresenta come eroe emblema della pietas, paradigma ed esempio civico da proporre ai cittadini, un modello d’ispirazione per i più giovani, l’eroe che antepone al proprio destino individuale quello del bene comune della collettività.

La figura di Virgilio ci fa subito pensare a #Dante! Infatti Virgilio e l’Eneide sono una delle fonti principali per Dante, sia per il ruolo che viene attribuito a Virgilio stesso, di maestro e guida, sia per i molteplici riferimenti mitologici ripresi del poema classico con particolare attenzione al VI libro, momento in cui il protagonista, Enea scende negli inferi. Grazie a Virgilio, Dante ricorda Enea nella Divina Commedia.

Enea è la pietra di paragone per il viaggio ultraterreno compiuto da Dante, così come Virgilio è la figura centrale nella sua formazione culturale e poetica: “Tu se’ lo mio maestro e ‘l mio autore, / tu se’ solo colui da cu’ io tolsi / lo bello stilo che m’ha fatto onore” – dichiara il sommo Poeta rivolgendosi all’autore dell’Eneide. Dante si identifica con Enea, eroe giusto e valoroso che accetta i pericoli e le peripezie a cui gli déi lo costringono in nome di un disegno più grande (che coincide con la fondazione di Roma) e che va al di là della sua individualistica sete di conoscenza.

In occasione dei 700 anni della morte di Dante il Comune di Pomezia vuole ricordare gli stessi valori e il senso civico possano essere riletti in chiave moderna grazie all’arte contemporanea.

Condividi

Redazione 2

Un pensiero su “Pomezia – Sol Indiges. Arte pubblica tra mito e Futuro. Da dove nasce il nome del progetto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati