MONTECOMPATRI, REVOCATO PER VIOLAZIONI IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

MONTECOMPATRI, REVOCATO PER VIOLAZIONI IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Il Consiglio Comunale di Montecompatri, si legge in una nota,cambia il suo presidente perché sono state riscontrata la mancata imparzialità nella gestione del ruolo.

“Una diffida della Prefettura di Roma per la convocazione del Consiglio comunale di Monte Compatri. Assemblea non riunita nei venti giorni come previsto dalla leggi vigenti. Mancate riunioni delle conferenze dei capigruppo, convocate anche senza oggetto o a poche ore dai lavori dell’aula. Proposte di deliberazioni sottoposte al vaglio preventivo, inserimento di punti all’ordine del giorno in violazione dei regolamenti.”

Sono questi i motivi che hanno dimostrato il venir meno dell’imparzialità del presidente del Consiglio. La revoca del mandato di Marco De Carolis, dalla guida dell’aula monticiana è stata votata nella riunione di venerdì 5 giugno 2020.

Le regole valgono per tutti e l’ufficio territoriale del Governo è intervenuto per ricordare al presidente i suoi doveri di arbitro imparziale, si legge ancora nella nota, che deve sempre, anche al di fuori del Consiglio comunale, mantenere un atteggiamento improntato al fair play. Circostanza che è venuta a mancare più volte e che abbiamo illustrato nel dettaglio nella deliberazione approvata.

La guida passa a Laura Del Signore eletta nuovo presidente del Consiglio comunale.

Durante l’assemblea inoltre, è stata bocciata la mozione su Parco Calahorra perché, come ben spiegato da Adriano Di Franco – Assessore Lavori Pubblici, l’amministrazione ha già avviato l’iter per la riqualificazione, partendo con un censimento delle alberature e con un progetto già depositato.

No anche alla commissione di inchiesta sui buoni spesa, perché siamo certi di aver distribuito i voucher per l’emergenza alimentare causata dal Covid nel rispetto delle norme vigenti. Via libera alla mozione sull’installazione di centraline Arpa per monitorare la qualità dell’aria, con l’obiettivo come spiega l’assessore all’Ambiente Sabrina Giordani di tutelare la salute pubblica, e a quella sulla sospensione dell’imposta sulla pubblicità, ma solo previa verifica delle normative nazionali come spiegato da Eliana Villa”, dichiara il sindaco Fabio D’Acuti.

La redazione

Condividi

Redazione 2

error: Tutti i diritti riservati