Monte Compatri, 4 classi delle Medie di Laghetto in quarantena: “colpa” di una festa?

Monte Compatri, 4 classi delle Medie di Laghetto in quarantena: “colpa” di una festa?

Il Sindaco di Monte Compatri Fabio D’Acuti ha disposto, per domani, la chiusura del Plesso della scuola media di Laghetto per una sanificazione straordinaria.

“L’ASL ha messo in quarantena 4 classi della scuola secondaria di Laghetto, del Plesso di Via Serranti” ha spiegato. “In particolar modo, 3 classi sono in quarantena con provvedimento definitivo e un’altra classe lo è in via cautelare, in attesa dell’esito, che si conoscerà domani, del tampone molecolare di un bambino”.

“A fronte di questo, ho ritenuto necessario provvedere a una sanificazione straordinaria di tutti gli ambienti di tutti e due i plessi della scuola media di Laghetto. Per domani, dunque, ho altresì disposto la sospensione delle lezioni di tutta la secondaria di Laghetto a eccezione della I F, ubicata in altro plesso”.

“Questa situazione, piuttosto grave per quello che potrà accadere, deriva, purtroppo, da un fatto che io ritengo di una gravità inaudita: nella giornata di venerdì si sarebbe svolta una festa di un’alunna di una di queste classi, a cui avrebbero partecipato circa 20 bambini. Questo non è un atteggiamento sano né responsabile e, quale massima autorità sanitaria sul posto, devo adottare provvedimenti di urgenza”.

“È altrettanto chiaro, però, che bisognerà andare a fondo di questa vicenda: non è pensabile, in un periodo di emergenza come questo, con tante polemiche che ci hanno accompagnato a proposito della riapertura del plesso, venire a conoscenza di feste di compleanno e ulteriori feste. Capisco la volontà, il desiderio e il bisogno dei ragazzi e di noi tutti di tornare a una vita normale, ma non è il momento. Ora le feste non si possono e non si devono fare. Ho il dovere, come Sindaco, e ho già allertato il comandante della Polizia Locale, di procedere ad accertamenti”.

“Quello che più mi interessa, dal momento che mi sono arrivate notizie di mamme allarmate e preoccupate, è che ciascun genitore faccia il proprio dovere, comunicando al proprio medico di base o al proprio pediatra se il figlio abbia febbre e procedendo a effettuare immediatamente tamponi rapidi, dando immediata comunicazione degli esiti al referente Covid”.

“Solo con la conoscenza da parte della scuola e delle Istituzioni è possibile contrastare l’eventuale nascita di un cluster. Mi è giunta notizia di qualche bambino con sintomi febbrili: se non lo avete già fatto, eseguite i tamponi rapidi e date notizia degli esiti alla scuola. È importante per la collettività e doveroso ai fini del rispetto della salute degli altri. Preciso, altresì, che i mezzi di trasporto scolastico sono sanificati giornalmente”.

Condividi

Valentina INFO

2 pensieri su “Monte Compatri, 4 classi delle Medie di Laghetto in quarantena: “colpa” di una festa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati