Marino, salvato un cane grazie all’operazione “Ciotola vuota”

Marino, salvato un cane grazie all’operazione “Ciotola vuota”

Marino – L’operazione “Ciotola vuota”, nel programma di prevenzione dei maltrattamenti animali, portata avanti dal Nucleo Operativo Territoriale della Polizia Locale di Marino, ha consentito di porre fine alle sofferenze di un cane di media taglia, tenuto in un recinto, nel degrado e senza cibo né acqua.

luglio

L’operazione ha avuto ad oggetto estesi controlli operati sul territorio finalizzati a prevenire e contrastare l’abbandono ed il maltrattamento di cani, cuccioli e adulti, in concomitanza con il periodo feriale.

Nell’ambito delle attività si è avuto modo di intercettare, in un contesto ambientale di generalizzato degrado, la vera e propria segregazione di un cane meticcio di colore nero focato tenuto in condizioni di grave ed evidente incuria.

Attraverso l’individuazione del sito, il medico competente della Asl RM6, ha potuto constatare le condizioni di degrado in cui il povero animale era costretto a vivere e il suo stato di malnutrizione.

Per la particolarità del luogo di custodia, non facilmente raggiungibile, è stato utilizzato un drone, pilotato dagli stessi appartenenti al Nucleo Operativo Territoriale composta dai piloti A.P.R. (aeromobili a pilotaggio remoto).

Affidato ad una delle strutture convenzionate, ad una settimana dalla sua “liberazione”, le condizioni del cane appaiono in via di miglioramento presso il canile sanitario di Frattocchie.

Il proprietario del cane è stato rintracciato che gestiva questo terreno e denunciato per violazione dell’art. 727 del Codice Penale per maltrattamento di animali visto le condizioni in cui viveva il povero cane.

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati