Marino, “Piano Antenne”: Tutela dell’ambiente e sviluppo dei servizi

Marino, “Piano Antenne”: Tutela dell’ambiente e sviluppo dei servizi

Marino – “La volontà di dotare il Comune di Marino di un Piano di riassetto analitico delle emissioni elettromagnetiche territoriali, in breve “Piano Antenne”, risponde all’obiettivo di governare lo sviluppo delle infrastrutture per la telefonia mobile sia dal punto di vista della garanzia del rispetto dei limiti di legge per le emissioni elettromagnetiche, sia dal punto di vista della qualità e uniformità del servizio erogato”.

“Il Piano è stato affidato dal Comune di Marino alla Soc. P.R.A.E.E.T. Srl con sede in via delle mole 16/C, Albano Laziale (RM (determina 1286/10.12.2020) che ha redatto gli elaborati preliminari, approvati con deliberazione di Giunta Comunale n. 14/24.02.2021, consultabili sul portale istituzionale nella sezione Amministrazione Trasparente e nell’area tematica dedicata https://www.comune.marino.rm.gov.it/aree-tematiche/piano-antenne“.

“Come da normativa, gli elaborati presentati sono stati redatti anche a valle di specifici incontri con i gestori di telefonia mobile, atti a recepire i relativi piani di sviluppo di cui tener conto nella redazione del Piano delle Antenne, bilanciando la necessaria tutela della salute e dell’ambiente con lo sviluppo di un servizio adeguato ed efficiente. Il Piano definitivo verrà approvato dal Consiglio Comunale”.

“Tra le fasi preliminari necessarie alla realizzazione del progetto, riveste una parte significativa la partecipazione. A tale scopo l’Amministrazione comunale ha programmato un incontro online sulla piattaforma Zoom, dedicato alle Associazioni e ai Comitati iscritte all’Albo Comunale per il giorno giovedì 01 luglio 2021 ore 18:00 dal titolo: Piano antenne: tutela dell’ambiente e sviluppo dei servizi“.

giugno

“E’ possibile accreditare due rappresentanti con possibilità d’intervento, richiedendo l’accredito entro e non oltre il27 giugno 2021 apartecipa@comune.marino.rm.it specificando nome, cognome, recapito mail, e prendere visione dell’informativa privacy pubblicata nell’area tematica dedicata”.

“Scopo dell’incontro è quello di illustrare gli elaborati del Piano, approfondirne gli aspetti tecnici e gli ambiti d’intervento istituzionale, ascoltare le osservazioni e rispondere ai quesiti”.

“Ci tengo a sottolineare” ha detto l’Assessore all’Urbanistica Andrea Trinca “ che la partecipazione ai processi decisionali è un punto fondamentale della nostra azione di governo. Il Piano Antenne era già contenuto quale importante obiettivo nel nostro Programma di Governo pertanto invitiamo tutti i cittadini interessati alla tematica ad iscriversi, seppur nelle limitatezze imposte dalla pandemia, ai focus partecipativi previsti in telematica”.

“Partecipare vuole dire non solo contribuire positivamente all’uso del territorio ma anche acquisire informazioni sulla assai complessa normativa relativa all’istallazione delle antenne di radio telefonia. Tale aspetto risulta di fondamentale importanza vista la rilevanza nazionale del tema antenne che vede i Comuni quale parte terminale di un processo amministrativo nel quale certamente prevalgono le scelte e le decisioni del Governo Nazionale.

Allo scopo della massima diffusione e comunicazione del Piano” prosegue Trinca “successivamente alla fase partecipativa, sarà avviato anche un percorso di educazione ambientale che vedrà coinvolti studenti, genitori ed educatori per sensibilizzare la cittadinanza tutta sul tema e far conoscere i più attuali studi in fatto di ambiente, elettrosmog e l’uso consapevole delle tecnologie di comunicazione mobile (telefoni cellulari, cordless, wi-fi, ecc.).”

La sensibilità ai temi ambientali è in costante aumento” dichiara l’Assessore all’Ambiente Adolfo Tammaro “così come la presa di coscienza che la salute del Pianeta Terra e dei cittadini che lo abitano è messa a dura prova. Questo vale anche nel nostro territorio ed è responsabilità degli Amministratori Locali di agire di conseguenza”.

“Esiste la necessità di aumentare il livello di conoscenza e dei controlli sia in riferimento alle emissioni delle stazioni radio per la telefonia mobile sia segnalando i rischi nascosti nelle nostre case facendo riferimento – ad esempio –  al semplice forno a micro onde o alle onde emesse dai nostri smartphone che a volte lasciamo per ore in mano ai bambini.
In questo ambito esistono leggi e norme di tutela che è nostro compito come amministratori conoscere e far conoscere. Da qui la necessità e l’urgenza di far elaborare e far conoscere il “Piano Antenne
”.

Ci sembra inoltre che esista un pericoloso vuoto di corretta informazione” conclude Tammaro “che con iniziative come quelle che seguiranno – in ambito scolastico – speriamo di poter aiutare a colmare”.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati