Marino, De Santis-De Felice: “Scandalosa situazione alla scuola Anna Frank. Bimbi in container tra insicurezza e inefficienze”

Marino, De Santis-De Felice: “Scandalosa situazione alla scuola Anna Frank. Bimbi in container tra insicurezza e inefficienze”

MARINO -“Questa mattina ci siamo recati in sopralluogo presso la scuola comunale Anna Frank di Frattocchie per constatare di persona le preoccupanti condizioni in cui sono costretti a fare lezione alunni e corpo scolastico. Una situazione critica, come denunciato da numerosi genitori, e che noi non fatichiamo a definire scandalosa, ai limiti della decenza, a causa della mancanza di organizzazione e della inefficienza del sindaco Colizza e della amministrazione grillina. Questi i fatti.

Allo stato attuale il plesso di Frattocchie risulta chiuso in previsione degli interventi di adeguamento antisismico, per questa ragione la popolazione scolastica della Frank è “temporaneamente” ospitata presso una struttura realizzata dietro il centro commerciale “La Nave”, il cui costo è di circa 150mila euro, a cui vanno aggiunti ingenti costi per la predisposizione dei container: una struttura che, così come voluta dal prode Colizza, appare un vero e proprio cantiere a cielo aperto, al cui interno sono presenti container dove avviene l’attività didattica e sono circondati da una recinzione con base di cemento armato e pali. Tuttavia, queste strutture non sarebbero ancora alimentate da energia elettrica ma, “semplicemente”, da un gruppo elettrogeno, la cui potenza non permetterebbe la piena e costante funzionalità della scuola temporanea.

A tal proposito, vorremmo rivolgere al sindaco grillino alcune domande urgenti: è vero che non sono presenti, ma ancora nei magazzini, le lavagne LIM, facendo mancare ai ragazzi un importante strumento di apprendimento? È vero che i tubi degli impianti di fognatura per i bagni corrono sul piano stradale, molto vicino all’area giochi per i bimbi? Come si sentirebbe il primo cittadino a sentire il fastidioso odore dei fumi di gasolio intorno al gruppo elettrogeno, a cui sono costretti gli alunni della Frank? Perché queste condizioni da terzo mondo per i nostri alunni? Reputiamo tutto questo uno scempio e sollecitiamo Il governo pentastellato ad un intervento immediato e urgente al fine di ripristinare dignitose condizioni nella struttura scolastica provvisoria e garantire il diritto allo studio dei ragazzi in sicurezza e salubrità”

A sottolinearlo, in una nota, sono il candidato sindaco Fabrizio De Santis e la candidata prosindaco Gabriella De Felice, sostenuti in occasione delle elezioni amministrative di Marino del 3 e 4 ottobre dalla coalizione composta da Fratelli d’Italia, Cambiamo-Rinascimento, Città di Marino – Una Pagina da scrivere, Movimento 2.0 De Santis sindaco, Uniti si fa, e Marino Giovane.

Condividi

Chiara Bocci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati