Manutenzione caldaie: mettersi in regola senza sbagliare

Manutenzione caldaie: mettersi in regola senza sbagliare

Intervista a Ramona Fabiani, titolare di “Soluzioni Energetiche 2R”, azienda leader del settore.

Signora Ramona ci può spiegare come funziona la manutenzione della caldaia?
Avere un impianto a norma garantisce vantaggi economici e ambientali, in quanto si riducono consumi e inquinamento. La manutenzione della caldaia è indispensabile per il suo corretto funzionamento e la sua durata, ma non solo. Avere una caldaia in regola ed efficiente serve ad assicurare una temperatura calda in casa, a contenere i consumi e ad evitare multe.

La manutenzione della caldaia deve essere effettuata secondo le indicazioni tecniche fornite dall’impresa installatrice, resta tuttavia consigliabile un controllo annuale. In caso di installazione di una nuova caldaia la manutenzione va fatta annualmente per mantenere la garanzia.

L’installatore deve rilasciare la dichiarazione di conformità, effettuare il controllo dei fumi e compilare il libretto di climatizzazione. Il cliente deve chiamare il centro assistenza autorizzato della marca della caldaia per metterla in garanzia.

Entro i 60 giorni dall’installazione l’utente ha l’obbligo di eseguire il rapporto di controllo di efficienza energetica e va pagato il bollino verde a seconda della residenza. Per i comuni fino a 40.000 abitanti occorre pagare il bollino verde di € 10,00, mentre per i comuni sopra i 40.000 abitanti l’importo del bollino verde è deciso dal comune e viene effettuato dal manutentore abilitato che esegue le pratiche e le trasmette all’ente ed al comune.

Il bollino verde va fatto:
• ogni 4 anni, per le caldaie con potenza inferiore a 35 kW ma installate da più di 8 anni, per gli impianti alimentati a combustibili solidi o liquidi e per quelli dotati di caldaia ad acqua calda “a focolare aperto” posizionati in ambienti interni
• ogni 4 anni, nel caso di caldaie con potenza inferiore a 35 kW installate da meno di 8 anni.


Il bollino verde è un adesivo numerato in triplice copia da applicare ad un allegato quando si effettua il controllo sugli impianti termici domestici e autocertifica la corretta manutenzione della propria caldaia. La prima copia rimane all’utente, la seconda va al comune o provincia e la terza rimane alla ditta manutentrice certificata.

Quanto costa la manutenzione della caldaia?
La manutenzione di Soluzioni Energetiche costa € 50 e riguarda il controllo della caldaia che viene smontata e pulita. Vengono controllati i gas di scarico, l’accensione e l’usura, rilasciato il rapporto di efficienza energetica e compilato il libretto di climatizzazione. Se il libretto di climatizzazione è stato smarrito ne rilasciamo uno nuovo gratuitamente.

Ci sono delle sanzioni per chi non effettua la manutenzione?
Si è soggetti a multe di diversa entità: da 50 a 200 euro in caso di irregolarità o mancata revisione caldaia, da 500 a 600 euro in assenza di libretto caldaia regolamentare e da 500 a 3000 euro per mancato controllo del rendimento riguardante la combustione. A quest’ultima sanzione va aggiunto il rimborso dovuto alle spese di verifica. Affinché
la multa erogata sia valida, è necessario che i Comuni abbiano avvisato l’interessato con un anticipo di almeno 20 giorni prima dell’effettivo intervento. Pertanto i possessori di una caldaia hanno tutto il tempo necessario per mettersi in regola, provvedendo a compiere un intervento utile in primis a loro stessi.

Ha una speciale promozione riservata ai nostri lettori?
Si, certo. Per coloro che vogliono sostituire la vecchia caldaia e metterne una a condensazione, per usufruire di un maggiore risparmio energetico, installiamo la nuova caldaia a partire da € 990. Per preventivi e sopralluoghi tel. 391.71.88.612

Condividi

AutoreL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati