Le INFO del giorno – 14 gennaio 2023 Sera

Le INFO del giorno – 14 gennaio 2023 Sera

Eccoci con un nuovo appuntamento delle INFO del giorno. Di seguito, le novità di questa sera dal mondo.

grafiche ottobre 2022
grafiche ottobre 2022

30 anni fa la cattura del “capo dei capi” Totò Riina a Palermo

30 anni fa a Palermo, il 15 gennaio 1993, a piazzale Kennedy, sei auto meticce ne circondano una, scendono quattro uomini armati che corrono verso gli sportelli della piccola Citroen incastrata nel traffico. Estraggono dal lato guidatore Salvatore Biondino, soldato di mafia. E dal lato passeggeri Salvatore Riina, il capo dei capi, il boss che ha vinto la guerra di mafia degli Anni 80 e che sei mesi prima ha ordinato le stragi di Capaci e di via D’Amelio, vittime Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, le loro scorte.

In azione, sono il capitano dei carabinieri Sergio De Caprio, conosciuto come il Capitano Ultimo e i suoi uomini – Vichingo, Arciere, Omar – con altri otto colleghi in copertura che congelano con il loro “Alt! Carabinieri!”, l’istante in cui finisce per sempre la latitanza di Riina, durata 23 anni, un migliaio di omicidi, il sacco dell’intera Sicilia. L’istante è clamoroso: “La più grande vittoria della Stato sulla mafia”, titolarono i giornali di quei giorni e le televisioni che si accesero in edizione straordinaria. 

Mattarella firma il decreto carburanti: entro un mese i benzinai dovranno esporre il prezzo medio

Il presidente della Repubblica Mattarella ha firmato il decreto carburanti che è stato già pubblicato nella Gazzetta Ufficiale ed entra dunque in vigore da domani. Tra le norme, c’è quella che prevede l’obbligo per i benzinai di esporre alla pompa un cartello che indichi il prezzo medio dei carburanti calcolato di giorno in giorno dal ministero per le Imprese. Multe per chi non lo fa. In caso di violazione delle disposizioni è infatti prevista una sanzione amministrativa da 500 a 6.000 euro. Dopo la terza violazione, può essere disposta la sospensione dell’attività per un periodo non inferiore a 7 giorni e non superiore a 90 giorni.

Iran, impiccato ex vice ministro accusato di spionaggio. Teheran convoca l’ambasciatore britannico

È stato impiccato con l’accusa di spionaggio Alireza Akbari: era un politico iraniano naturalizzato britannico, viceministro della difesa dal 2000 al 2008 sotto il generale Ali Shamkhani durante la presidenza del riformista Mohammad Khatami. Nel marzo 2019 era stato arrestato dalle autorità iraniane mentre si recava nel Regno Unito e condannato a morte, senza un giusto processo, con l’accusa di spionaggio a vantaggio del Secret Intelligence Service (MI6) e la Gran Bretagna. 

Accusato di essere uno dei “più importanti agenti dell’intelligence britannica”, Akbari era stato accusato di avere rivelato segreti di Stato, e la condanna a morte era stata confermata dalla Corte Suprema iraniana. Il Foreign Office aveva più volte richiesto di poter fornire assistenza al suo cittadino, ma il regime aveva rifiutato l’accesso consolare dal momento che non riconosce la doppia cittadinanza per gli iraniani.

Precipita un elicottero ultraleggero, pilota 80enne muore a Prato

Un elicottero ultraleggero è precipitato in un terreno a Iolo, frazione di Prato, dopo avere urtato alcuni cavi dell’alta tensione. Il pilota e proprietario del mezzo, Francesco Nencini, pratese di 80 anni, è stato estratto vivo dai soccorritori dei Vigili del fuoco ma è deceduto poco dopo. Sul velivolo non c’erano passeggeri. Era partito in mattinata da Quarrata (Pistoia), per poi atterrare in un terreno vicino alla sua abitazione a Iolo verso l’ora di pranzo. Secondo le prime ricostruzioni, l’urto con i cavi elettrici sarebbe avvenuto al momento del nuovo decollo, intorno alle 16.

Il Milan agguanta il pareggio a Lecce (2-2) ma il Napoli si allontana

Il Milan va sotto di due gol nei primi 23 minuti di gioco per un’autorete di Theo Hernández e un gol di Federico Baschirotto. Nel secondo tempo recuperano grazie a Rafael Leão al 58′ e a Davide Calabria al 70′ e la partita finisce 2-2. Ma la vittoria del Napoli sulla Juventus aumenta la distanza tra i partenopei in vetta a 47 punti e i rossoneri secondi a 38.

grafiche ottobre 2022
grafiche ottobre 2022

Fonte: RaiNews

Condividi

Autore A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: