Lariano, “Scritti dal territorio”: quattro eventi con quattro autori in Piazza S. Eurosia

Lariano, “Scritti dal territorio”: quattro eventi con quattro autori in Piazza S. Eurosia

Si è conclusa con quattro presentazioni, oltre cento persone tra le due giornate, tantissime copie firmate e un’ottima sensazione di condivisione letteraria e aggregazione intorno al libro la prima rassegna “Scritti dal territorio” organizzata dalla Mondadori Bookstore Velletri-Lariano-Genzano-Frascati e Fondazione De Cultura insieme al Comune di Lariano e all’Assessorato alla Cultura guidato dalla dottoressa Maria Grazia Gabrielli.

Sono stati Guido Ciarla, in qualità di titolare delle Librerie e presidente della Fondazione, e Maria Grazia Gabrielli per l’Amministrazione Comunale, a dare il benvenuto ai presenti. Ha portato il suo saluto anche il Sindaco Maurizio Caliciotti, il quale ha sottolineato l’importanza di eventi simili al centro della città per apprezzare la cultura e i tanti argomenti proposti nei libri presentati. Una sinergia, quella messa in atto per gli “Scritti del territorio”, che potrà proseguire anche in futuro con le successive edizioni di una rassegna destinata a crescere.

Ad inaugurare le danze è stata Sara Ceracchi, con il suo “Felici e contenti” (Ensemble). Insieme a Iris De Fabritiis e con le letture del bravissimo Samuel Di Clemente, i saggi-guida alla scoperta delle dinamiche relazionali e amorose hanno condotto i presenti in un vortice di sorrisi e riflessioni. L’esplosiva presentazione, molto dinamica e vivace, è stata seguita da quella del professor Ciro Gravier che ha parlato del suo ultimo lavoro, “Augustus” (De Cultura). Si tratta di una ricostruzione della vita del grande imperatore a partire dalle sue origini veliterne, con un interessante ritratto sia biografico che politico arricchito da alcune ‘chicche’ come ad esempio l’intervista immaginaria alla figlia Giulia. 

Venerdì 6 agosto, invece, a salire sul palco per primo è stato il professor Claudio Leoni, autore del libro “La nuvola delle cose abbandonate” (Efesto). Nel dialogo con Carmine Mastroianni, la favola didattica per grandi e piccini si è rivelata quanto mai attuale sulle tematiche sempre “di moda” riguardanti l’inquinamento. Un monito, quello che proviene dal libro di Leoni (impreziosito dalle splendide illustrazioni di Giovanna Tolomeo), fondamentale da divulgare per scuotere le coscienze dei cittadini. A chiusura della rassegna la presentazione del libro di Rocco Della Corte, “Storia di Ettore L.” (Scatole Parlanti), una raccolta di dodici racconti uniti da un unico filo conduttore che attraversa tutte le tematiche della normalità, dai rapporti sentimentali a quelli lavorativi, dal bisogno di emergere professionalmente alla necessità di trascorrere una vecchiaia serena in pace con le proprie nostalgie.

Al termine di ogni presentazione l’aperitivo consueto con le degustazioni enogastronomiche offerte dagli organizzatori. Come sottolineato sia da Ciarla che dal Sindaco Caliciotti e dall’Assessore Gabrielli, questo esperimento è servito per misurarsi e valorizzare gli scritti dal territorio che nulla hanno da invidiare rispetto a tanti scrittori più famosi e che possono aggregare intorno al libro tantissime persone in un centro culturale vivo e ricettivo come Lariano.

Condividi

Redazione 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati