Lanuvio, celebrato San Sebastiano patrono della Polizia Locale, consegnati gli Encomi Solenni di Servizio

Lanuvio, celebrato San Sebastiano patrono della Polizia Locale, consegnati gli Encomi Solenni di Servizio

Lanuvio – Si è svolta questa mattina alle 11.30 la ricorrenza di San Sebastiano Martire, Patrono della Polizia Locale, presso l’oratorio don Bosco, nella accogliente chiesetta della struttura, con la Messa tenuta dal parroco don Andrea De Matteis. Presenti  il comandante della Polizia Municipale Sergio Ierace, i suoi agenti, la protezione civile di Lanuvio, il sindaco Luigi Galieti, il presidente del consiglio comunale Maurizio Santoro, l’assessore alla cultura e scuola Alessandro De Santis, il comandante della locale stazione carabinieri luogotenente Clemente Moretta, i consiglieri comunali Rodolfo D’alessio ed Elisa Linari.

Al termine del rito religioso sono stati consegnati gli “Encomi Solenni ” a tutti i 9 operatori della Polizia Locale ed ai volontari della Protezione Civile Comunale di Lanuvio per il prezioso lavoro svolto sul territorio lanuvino. Ecco le motivazioni dei 10 “Encomi”: Al comandante della Polizia Locale Sergio Ierace da parte del sindaco Luigi Galieti e del presidente del Consiglio Comunale di Lanuvio: “A nome dell’Amministrazione Comunale esprimiamo gratitudine ed apprezzamento a Lei e a tutto il Corpo di Polizia Locale, da Lei ora diretto, per i servizi e le operazioni svolte in questo Comune a difesa dello stesso e della Sua Cittadinanza. Avendo avuto modo di constatare personalmente un cambio di direzione nella tutela e decoro del territorio sin dal suo arrivo, esprimo particolare apprezzamento a Lei ed agli appartenenti al Corpo che si sono distinti nell’espletamento del ruolo svolto

Ispettori Juri Stevanato Juri – Agente Marcello Pezzi :
“Per aver proceduto in data 17 novembre 2021 al rintraccio, al fermo ed all’identificazione del pirata della strada che in Lanuvio compiva incidente con ferito grave, dandosi alla fuga. Nella circostanza  eseguiva accurate indagini, circa l’incidente stradale avutosi in via della libertà intersezione via Ghandi, a seguito delle quali il fermato veniva messo a disposizione della competente Autorità Giudiziaria di Velletri, dimostrando iniziativa, impegno e capacità operativa, non comuni “

Ispettore Capo, vice comandante Stefania Grossi Stefania – Assistente  Luana Pancotti :
“Per aver proceduto in data 30 ottobre 2021 all’individuazione di un’area colpita da incendio, all’interno della quale vi erano stoccati oltre trenta veicoli in parte rottamati, con lamierati e parti meccaniche varie li depositate e nascoste tra la vegetazione ivi presente, scoprendo così un deposito di demolizione di veicoli non autorizzato ed illecitamente creato sul territorio, rinvenendo altresì veicoli privi di telaio e motori  oggetto di ricettazione e riciclaggio, riuscendo altresì nella circostanza ad individuare il responsabile che veniva messo a disposizione della competente Autorità Giudiziaria di Velletri. L’intervento di spegnimento delle fiamme, operato congiuntamente alla Protezione Civile di Lanuvio, ha altresì evitato un rilevante danno ambientale che avrebbe potuto propagarsi, ove l’incendio fosse arrivato al deposito dei veicoli in argomento, con la diffusione di sostanze tossico nocive nell’ambiente circostante. Nella circostanza dimostrava iniziativa, impegno e capacità operativa non comuni”.

Ispettore Capo Cristiana Marotti – Ispettore Maria Luisa Calantuomo. 
“Per aver proceduto, tra ottobre e dicembre del 2021, all’identificazione di dieci soggetti extracomunitari che producendo falsi documenti e dichiarazioni, nonché  falsi contratti di affitto, ottenevano la residenza presso il comune di Lanuvio, residenza che veniva successivamente utilizzata per il rilascio di nuovi permessi di soggiorno ed il rinnovo di altri presso la Questura di Roma.  L’indagine appariva particolarmente articolata, anche perché il meccanismo veniva accertato grazie all’audizione di un soggetto minore su delega della Procura della Repubblica di Roma, eseguita con modalità protetta, cioè con registrazione audio delle attività espletate e l’ausilio di Psicologo nominato CTU dalla stessa procura; evidenziando che il minore in questione nel corso dell’indagine era stato affidato ad una casa famiglia. L’indagine così condotta portava i dieci soggetti ritenuti responsabili dei fatti reati emersi, ad essere tutti deferiti alla competente Autorità Giudiziaria di Velletri. Nella circostanza dimostrava iniziativa, impegno e capacità operativa non comuni “

All’ex Agente Municipale ed ora Impiegata Amministrativa Deborah Ursomando :
“Per aver nel corso dello svolgimento della propria attività lavorativa, affiancato quale ex appartenente alla Polizia Locale di Lanuvio ed attuale impiegata amministrativa dello stesso, i diversi comandanti che si sono succeduti nella direzione del Corpo della Polizia Locale di Lanuvio, coadiuvandoli nell’esecuzione degli innumerevoli atti emessi dal Settore IV – Polizia Locale – anche finalizzati alla gestione del personale del Corpo e delle diverse competenze amministrativo/economico che ad esso fanno capo. Nella circostanza dimostrava impegno, iniziativa e abnegazione al lavoro non comuni”.

All’ Ispettore Daniele Di Meo:
“Per aver, nel corso dello svolgimento della propria attività lavorativa, analizzato la viabilità di parte del territorio comunale procedendo, con il coinvolgimento degli Uffici Tecnici Comunali, alla proposizione di nuove soluzioni della circolazione stradale che hanno permesso una migliore qualità del sistema viario del comune di Lanuvio. Nella circostanza dimostrava impegno, iniziativa e capacità di sinergia con gli altri Uffici dell’Amministrazione non comuni”

Assistente Capo Alberto Pennata:
“Per aver, nel corso dello svolgimento della propria attività lavorativa, analizzato le immagini delle telecamere sul territorio permettendo l’individuazione di diversi soggetti dediti all’abbandono illecito di rifiuti. Nella circostanza dimostrava impegno, iniziativa e capacità tecnica non comuni”

Gruppo Comunale Protezione Civile di Lanuvio diretto da Marco Baccarini e Sergio Ciappetta:
“A nome dell’Amministrazione Comunale esprimo i miei più sentiti ringraziamenti ai Volontari della Protezione Civile Comunale per la ventennale coll’impegno di tutti gli Operatori che hanno operato senza sosta per tutti gli eventi accaduti sul territorio Lanuvino, spesso anche in sinergia con il personale della Polizia Locale. Nell’auspicare una futura e sempre più fattiva collaborazione con il Corpo della Polizia Locale di Lanuvio esprimo un rinnovato sentimento di stima, gratitudine ed apprezzamento per la vostra attività, sempre svolta con abnegazione e posta al servizio di tutta la Popolazione.”

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati