Lanuvio, anche il Comune subirà gli aumenti del costo dell’elettricità a causa dell’aumento delle tariffe

Lanuvio, anche il Comune subirà gli aumenti del costo dell’elettricità a causa dell’aumento delle tariffe

Lanuvio – “Anche il Comune subirà gli aumenti del costo dell’elettricità a causa dell’aumento delle tariffe. Il Comune di Lanuvio è costretto ad integrare la somma di euro 21.900, per coprire le uscite maggiori. L’integrazione è scritta in una determina ad oggetto: “Integrazione impegni di spesa in favore di Enel Energia S.P.A. per forniture utenze comunali”.  Sono mesi che registriamo gli aumenti continui dell’energia elettrica, questo ha portato all’aumento dei costi di aziende, commercianti e privati e sta colpendo anche i comuni. Il Comune di Lanuvio scrive: “Valutato alla luce dei consumi e degli aumenti tariffari finora fatturati dalla Società Enel Energia S.p.a. di dover procedere con l’integrazione degli impegni di spesa assunti sul corrente Bilancio di previsione, per un importo complessivo ripartito sui diversi capitoli di euro 21.900”.

grafiche aprile

Sono previsti aumenti per “spese di energia elettrica cimitero euro 2.400”; “spese energia elettrica centro raccolta rifiuti urbani differenziati euro 2.400”; “spese energia elettrica servizio di protezione civile euro 400”; “spese energia elettrica impianti sportivi euro 9.500”; “spese energia elettrica per teatro comunale euro 200”; “spese illuminazione e forza motrice uffici euro 7.000”. Grazie, al pareggio di bilancio in questo periodo non subiremo aumento di tasse, si legge nella determina:” Il programma dei conseguenti pagamenti dell’impegno di spesa di cui al presente provvedimento è compatibile con i relativi stanziamenti di cassa del bilancio e con le regole di finanza pubblica in materia di “pareggio di bilancio””.

Questo significa che i soldi andranno recuperati nei vari stanziamenti con le relative missioni:” euro 200 saranno sottratti alla “tutela e valorizzazione dei beni e delle attività come culturali”;  euro 9.500 sono tolti alle “politiche giovanili, sport tempo libero”; euro 400 mancheranno al “Soccorso civile, sistema di protezione civile”; euro 2.400 saranno sottratti allo “Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente”; euro 2400 mancheranno ai “Diritti sociali, politiche sociali e famiglia”; ed infine altri euro 7.000 sono tolti per “Servizi istituzionali, generali di gestione”. 

Nota di Nazareno Ferrazza, presidente dell’Associazione Culturale Il Mondo delle Idee.

Condividi

AutoreL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Tutti i diritti riservati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: