La fede protagonista della prima serata del festival letterario di pratola peligna. Apprezzato lo scrittore di Genzano Claudio Capretti

La fede protagonista della prima serata del festival letterario di pratola peligna. Apprezzato lo scrittore di Genzano Claudio Capretti

Grande successo a Pratola Peligna (Aq) per la prima serata del Festival Letterario PRATOLALEGGE che si è svolta ieri sera sul sagrato del Santuario della Madonna della Libera. Evento culturale fortemente voluto dal Sindaco Antonella Di Nino e dalla Proloco locale organizzato da Contrappunto House Of Books e RR Management.

Protagonisti della serata gli scrittori Federico Pini e il genzanese Claudio Capretti intervistati dall’agente letteraria Rosa Gargiulo che hanno presentato rispettivamente ‘Una finestra sul cielo’ e ‘Anime libere’ (Intrecci edizioni).

Ad aprire l’evento culturale, dopo il saluto di Don Renato Frappi, il passaggio di testimone ai vertici della Proloco da Franca Bianchi a Domenico Di Bacco.

Filo conduttore della chiacchierata con gli autori, uno giornalista dei TG di Mediaset l’altro militare di carriera di stanza a Monte Cavo, il tema degli Angeli e l’incontro tra le religioni ricorrente in entrambi i libri. 

Particolarmente toccante il discorso di Capretti sulla sua esperienza di volontariato in carcere. Esperienza, come sottolineato dal parroco del Santuario, che vale come esempio di fede più di 10 omelie ascoltate a Messa la domenica.

“Questo evento ha un’importanza molto particolare perché si è svolto davanti la Madonna della Libera, particolarmente cara a noi pratolani, ed è uno dei primi dopo il lockdown”, afferma la Di Nino. 

“Un ringraziamento particolare agli sponsor che, in un momento particolare come quello che stiamo vivendo, hanno scelto di investire nel progetto e sostenere la cultura”, ha sottolineato Rosa Gargiulo.

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati