Grottaferrata, tre giorni di addestramento per la Polizia Locale

Grottaferrata, tre giorni di addestramento per la Polizia Locale

Grottaferrata -Tre giorni di addestramento tecnico-operativo per la Polizia Locale di Grottaferrata. L’iniziativa, a cura dell’associazione professionale Polizia Locale d’Italia si è tenuta nei giorni scorsi presso la sala nobile di Palazzo Grutter, sede del comando dei vigili urbani.

Nei primi due giorni il programma ha previsto due sessioni giuridiche incentrate su: la comunicazione degli operatori di polizia, i profili giuridici dell’attività, l’analisi e la comprensione delle specifiche peculiarità dei contesti nei quali si va ad operare in relazione al tipo di utenza.

La seconda giornata di presentazione teorica è consistita invece nella spiegazione delle tecniche operative (baton, manette, spray capsicum), sui profili di discrezione e di no alarm  e su ASO (accertamento sanitario obbligatorio) e TSO (trattamento sanitario obbligatorio). La sessione conclusiva, nella terza giornata, è consistita quindi in una prova tecnica operativa su strada.

Hanno preso parte ai lavori di addestramento i massimi responsabili dell’associazione Polizia Locale d’Italia, il presidente nazionale, dottor Ivano Leo e il segretario generale dottor Domenico Giannetta.

“La nostra associazione – hanno fatto sapere a latere della tregiorni di formazione – nasce con l’obiettivo di tutelare e valorizzare il ruolo, la funzione e i profili professionali della Polizia Locale in un contesto sempre in complesso e continuo divenire che pone nuove sfide e nuovi orizzonti, interagendo, a tal fine, con le istituzioni locali, nazionali e internazionali”.

Presente durante lo svolgimento dei corsi anche il comandante della Polizia Locale di Grottaferrata, dottor Luca Vetri che ha portato agli agenti i saluti del commissario prefettizio, viceprefetto Giancarlo Dionisi.

“La Polizia Locale di una città è per i visitatori ma anche per i cittadini residenti la prima istituzione visibile e riconoscibile sul territorio a rappresentare l’ente comunale” ha detto il commissario prefettizio.

“Per questa come per numerose altre ragioni è giusto fare in modo non solo che i corpi di Polizia municipale abbiano sempre più preparazione, processo possibile grazie a iniziative lodevoli come quella tenutasi in questi giorni a Grottaferrata, ma di più, riteniamo abbiano bisogno di una sempre maggiore dignità e riconoscimento professionale proprio per la loro attività importante tanto in ambito amministrativo quanto in quello di controllo e conoscenza diretta delle peculiarità e degli ambiti più particolari e specifici del territorio e della società che lo abita” conclude Dionisi.

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati