Grottaferrata, Frascesca Maria Passini sulle sue dimissioni: “scelta sofferta e amara, ma fine amministrazione Andreotti era inevitabile”

Grottaferrata, Frascesca Maria Passini sulle sue dimissioni: “scelta sofferta e amara, ma fine amministrazione Andreotti era inevitabile”

Grottaferrata – “Sancire la fine di un’esperienza amministrativa alla quale con passione e forte convinzione avevo aderito, 4 anni e mezzo fa, mi amareggia.

Ho firmato, insieme ai miei colleghi, per la decadenza del Consiglio e del sindaco, con piena coscienza e consapevolezza; al termine di un lungo periodo di impegno, ma anche di riflessione e di valutazione”, dice Francesca Maria Passini, presidente del Consiglio comunale di Grottaferrata ancora per poche ore.

“Di fatto – prosegue – avevo preso le distanze dalla maggioranza un mese fa, consapevole che le promesse elettorali, il “sogno” che avevamo costruito tutti insieme era ormai irrealizzato ed irrealizzabile. Era stata quella di allora ed è stata quella ieri una decisione sofferta ed amara.

Ma inevitabile. Così come amaro è stato il comprendere che la stessa delusione, non solo politica, che ho provato io in questi mesi è stata condivisa da altri protagonisti di quella avventura del 2017. Segno che così non si poteva davvero andare avanti”.

Ora per me si apre un periodo di ulteriori riflessioni e di comprensione di quello che potrò e vorrò ancora dare a Grottaferrata.

Comprensione soprattutto di uno scenario complesso, nel quale valuterò la possibilità di aderire ad un progetto che possa identificare la mia visione di città, che è quella di 4 anni fa.

Una città inclusiva, collaborativa, attenta al sociale, guidata da una Amministrazione dialogativa che, basando il proprio programma su pochi ma saldi principi, sappia portare a termine quanto promesso ai cittadini.

Cosa che, purtroppo, non è accaduto in questi ultimi anni”, conclude Passini.

Condividi

AutoreL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati