Grottaferrata, 8 ottobre presentazione Piano di Zona del Distretto Socio-Sanitario

Grottaferrata, 8 ottobre presentazione Piano di Zona del Distretto Socio-Sanitario

Grottaferrata – Venerdì 8 ottobre 2021 alle ore 10,00 a Villa Cavalletti (via 24 Maggio,73 – Grottaferrata) il Distretto Socio-Sanitario Rm 6.1 presenterà il Piano di Zona per il triennio 2021-2023.

Il Comitato dei Sindaci dei comuni distrettuali (Grottaferrata, Colonna, Frascati, Monte Porzio Catone, Monte Compatri, Rocca di Papa, Rocca Priora) presenterà i servizi e le azioni in ambito sociale e socio-sanitario  programmati sul territorio da qui ai prossimi tre anni.

Oltre ai primi cittadini e agli assessori alle Politiche sociali dei sette comuni del Distretto, nella mattinata è previsto un panel di relatori che prevede gli interventi del sindaco del comune capofila di Grottaferrata, Luciano Andreotti, presidente del Comitato dei Sindaci, il dottor Roberto Corsi, direttore sanitario della Asl Rm 6, la dottoressa Giovanna Loredana Russo, direttrice del Distretto Rm 6.1, la dottoressa Tiziana Salmaso, assessora alle Politiche sociali del comune capofila di Grottaferrata, la dottoressa Paola Capoleva, responsabile del servizio di Integrazione socio-sanitaria della Asl, la dottoressa Patrizia Pisano, coordinatrice responsabile Ufficio di Piano.

Sono stati invitati a portare il loro contributo all’evento i rappresentanti del Terzo Settore, delle organizzazioni sindacali, degli istituti scolastici e della cittadinanza.

A due anni dal passaggio di consegne tra il comune di Monte Porzio Catone e Grottaferrata alla guida del Distretto Socio-Sanitario Rm 6.1 ci troviamo a un punto di passaggio che si trova esattamente tra una fase di bilancio di questo primo biennio trascorso e uno di fondamentale programmazione per i prossimi tre anni” dichiarano il sindaco Luciano Andreotti e l’assessora Tiziana Salmaso del Comune capofila di Grottaferrata.

“Come sempre capita in ambito socio-assistenziale, alle formalità che la legge richiede, quale può essere questa stessa presentazione che ci vedrà protagonisti venerdì, si aggiungono le esperienze, gli incontri le storie di vita che sono il grosso del lavoro nell’ambito di nostra pertinenza.” proseguono Andreotti e Salmaso “Per questo certamente anche l’appuntamento in programma a Villa Cavalletti sarà l’occasione più opportuna per confrontarci sul passaggio sociale tra il prima e il dopo pandemia, esperienza tragica vissuta e non ancora conclusa, anche dalle sette comunità del nostro distretto e sulla quale abbiamo potuto sperimentare forme di vicinanza e collaborazione viva in ambiti sensibili come quello, tra gli altri, del sostegno psicologico”.

“In tal senso – aggiungono ancora il sindaco e l’assessora – ora è prioritario programmare e affrontare la fase successiva, individuando le fasce sociali più colpite e sulle quali operare con decisione e progettualità come distretto. La prima su cui abbiamo già deciso con convinzione di attivarci è la fascia anagrafica che comprende i ragazzi in età adolescente per i quali come distretto intendiamo prevedere una serie di azioni a favore della riaggregazione oltre che di tipo preventivo attraverso servizi di consulenza e sostegno a loro espressamente diretti”.

“Questo è solo uno degli esempi e dei campi – concludono Andreotti e Salmaso – sui quali il Distretto Socio Sanitario Rm 6.1. attraverso il nuovo Piano di Zona potrà e dovrà essere più vicino, più attento, più dettagliato, in seguito agli innumerevoli mutamenti che, a cavallo della fase emergenziale pandemica e anche dopo, anche le comunità dei nostri territori stanno affrontando, non sempre con strumenti e conoscenze adeguate e sui quali è compito precipuo delle istituzioni socio-sanitarie intervenire con puntualità, sensibilità e cognizione”.

Condividi

Autore 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati