Genzano, si è conclusa con un arresto e una denuncia per tentata estorsione la lite in casa di un anziano ieri sera.

Genzano, si è conclusa con un arresto e una denuncia per tentata estorsione la lite in casa di un anziano ieri sera.

GENZANO – Si è conclusa con un arresto e una denuncia a piede libero per tentata estorsione e minacce, la lite avvenuta ieri sera in una abitazione di via Emilia Romagna che a causa dei forti schiamazzi ha richiesto un massiccio intervento dei carabinieri della compagnia di Velletri con alcune gazzelle.

A finire al carcere di Rebibbia una donna romena di 54 anni, ex badante di un uomo di 76 anni di Genzano, che abita in quella zona.
L’anziano era vessato e molestato da tempo dalla sua badante dopo la fine della loro relazione sentimentale e lavorativa.


Ieri sera poco prima delle 20 l’ennesimo tentativo della donna di estorcere denaro all’anziano, supportata anche dal suo nuovo compagno, un 50enne italiano disoccupato, entrambi residenti a Velletri.



La lite dentro casa dell’uomo è stata sentita a decine di metri di distanza in strada, nella palazzina e dalle case vicine, qualcuno ha chiamato il 112.



ll repentino intervento delle forze dell’ordine, in particolare dei carabinieri della compagnia di Velletri, ha finalmente messo la parola fine alle estorsioni in denaro e alle violenze verbali accompagnate da minacce al povero 76enne, che esausto della situazione ha raccontato tutto ai carabinieri, dopo essere stato visitato e curato sul posto, per lo stato di grande agitazione, dal personale del 118 giunto sul posto con i militari della compagnia veliterna.

Condividi

Valentina INFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati