Frascati, incredulità e dolore alla tragica notizia della morte del commissario Massimo Biazzetti

Frascati, incredulità e dolore alla tragica notizia della morte del commissario Massimo Biazzetti

Frascati- In nottata si è spento il sorriso del commissario di Polizia di Frascati Massimo Biazzetti, scomparso a soli 59 anni. Tra un anno sarebbe andato in pensione. Colleghi e amici lo ricordano come un uomo sempre disponibile, umile, mite, ma nello stesso tempo autorevole e preparato nel suo lavoro.

Biazzetti è venuto a mancare al Covid Hospital di Casal Palocco dove era ricoverato da circa una settimana. Durante la sua carriera aveva partecipato a molte missioni come funzionario di polizia in posti “caldi” dell’Italia, come in Sicilia agli sbarchi degli immigrati o alla protesta dei lavoratori dell’Ilva in Puglia. 

Come da protocollo, aveva effettuato entrambi i vaccini anti covid19, nei mesi scorsi.

Ma nei giorni scorsi, aveva comunque contratto il coronavirus19 e dopo i primi gravi sintomi era stato ricoverato al Covid Hospital di Casal Palocco a Roma, lascia la compagna agente di polizia locale a Frascati e due figli adolescenti.

“È con profondo dolore che abbiamo appreso la notizia della scomparsa di Massimo Biazzetti, Commissario della Polizia di Stato in forza al Commissariato di Frascati, serio e preparato, uomo buono e disponibile. Tutta l’Amministrazione comunale di Frascati si stringe attorno alla famiglia, in particolare a Sandra Ardito, sua compagna e nostro agente di Polizia Locale”. Così ha commentato in una nota la Sindaca di Frascati Francesca Sbardella, appena appresa la notizia

Condividi

Autore 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Tutti i diritti riservati